2014: Weimar, Argentina

28/8/2014 rischiocalcolato.it

Beh signore e signori.



Economisti di tutto il mondo.


Capi di stato.


Premi Nobel!


e perfino Blogger, eroi della eterna lotta fra Lira ed Euro (roba titanica e rilevantissima, mica pizza e fichi)


Volete osservare Weimar nel 2014.


Guardate l’Argentina OGGI:


Update: The official and black-market Peso has collapsed further today to new record lows.

  • *ARGENTINA’S BLACK MARKET PESO WEAKENS 1.7% TO 14.45/USD: AMBITO

which can mean only one thing…

  • *ARGENTINA’S MERVAL INDEX OF LEADING SHARES RISES 3.7%

Esattamente come durante l’iperinflazione e la svalutazione monetaria di Weimar la borsa di Buenos Aires macina regord su record, ed è persino un buon affare in dollari (o altra valuta forte).


Perchè esattamente come durante Weimar, l’Argentina ha attuato un ferreo controllo dei capitali. Ovvero gli Argentini la carta da parati stampata dal governo la possono utilizzare solo per acquistare beni in Argentina (tranne l’Oro 9999 of-course) oppure impiegarla nel mercato domestico.


Non ci sono altri facili sbocchi…. o meglio ci si può rivolgere al mercato NERO per tentare una conversione in “Valuta Forte” (cioè altra carta straccia che gode temporaneamente di maggior fiducia, si chiama valuta fiat appunto e non perchè la stampano a Torino, è proprio un termine Latino, fiat:fiducia)


Vi riposto un noto grafico che rappresenta l’andamento della borsa di Weimar sia in termini nominali che in dollari convertibii in oro (bei tempi andati):



Noterete che l’investimento in titoli azionari mediamente protesse i malcapitati cittadini tedeschi ai tempi di Weimar. Anzi fu un affarone.

E questo accadde non perchè le industrie tedesche quotate al tempo di Weimar fossero dei gioielli che neanche la New Economy del 2000 (anzi…).


No fu proprio un fenomeno di flussi di capitale. Di maggior fiducia nella “carta” rappresentata dalle azioni rispetto alla carta garantita dallo Stato (a quei tempi non c’era la separazione fra Stato e Banca Centrale come oggi, il ministero del tesoro ordinava di stampare e la Banca di Stato stampava…. ooops come in Argentina nel 2014, ma tu guarda le coincidenze)


Cioè i (cattivi, mai dimenticarlo) tedeschi di allora non sapendo letteralmente come investire i triliardi di Marchi che avevavno in casa e che si svalutavano dalla mattina alla sera (letteralmente, i prezzi cambiavano tra l’apertura mattutina e quella pomeridiana) li buttavano a casaccio in borsa. Come gli Argentii oggi.


Interessante vero? E lo è davvero (cioè lo è per chi si occupa di questa roba). Un iperinflazione non la si osserva tutti i giorni, e francamente un ipernfalzione in un paese ricchissimo, giovane, spopolato e vicino al Brasile è qualcosa di metafisico, la quinta essenza della stupidità di un popolo e della classe dirigente che lo rappresenta (ehi parrebbe che l’Argentina si persino una democrazia, e no lo confesso, non ho idea del grado di democrazia Argentina, sospetto che sia comunque un pelo sopra a quella italiana)


Corsi e ricorsi che vanno studiati.


Ora io non so se ai cittadini Argentini toccherà la leggendaria iperinfalzione di Weimar, oppure quella più recente dello Zimbawe, probabilmente no, probabilmente sarà solo una fortissima inflazione, tipo un 200% all’anno (non al mese, o alla settimana). Attualmente l’inflazione Argentina VERA viene stimata intorno al 50% annuo, ma i recenti eventi la innalzeranno di molto.


Comunque, pur inquadrata in un sistema finanziario moderno, computerizzato, in tempo reale. Pur se alcuni comportamenti hanno già provocato determinati effetti nel passato parrebbe che certi cialtroni pensano ancora che “questa volta (per loro)  sarà diverso”, che “loro sono diversi”.


Manco per il cazzo.


p.s. …uhm di che origine sarà la cultura Argentina…. non ricordo bene…. Memento per i fans della lira. (ok era una provocazione, per noi sarà diverso non ci sono dubbi)

p.p.s. vi prego non postatemi dati Ufficiali sull’Argentina, cioè fatelo se volete, ma poi non dite che vi avevo avvertito.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext