LE PERLE-PIRLA DELLA SETTIMANA SBERTUCCIATE DA TRAVAGLIO

Marco Travaglio per 'il Fatto Quotidiano' 12/8/2014

 - “SESSO CON MINORENNI. MANETTE AL PROF DI SALUZZO”. NEL PATTO DEL NAZARENO NON C’ERA PIÙ POSTO



Esami di maturità. “Il Cav: il premier lo riconosce, siamo un’opposizione adulta” (il Giornale, 3-8). “Berlusconi apre all’‘opposizione matura’” (il Giornale, 8-8). Quasi marcia.


Fessino/1. “Renzi interpreta bene quella che è sempre stata la mia idea di sinistra” (Piero Fassino, Libero, 3-8). Quale? Vedi sotto.


Fessino/2. “È giusto trattare con Berlusconi. Anch’io lo incontrai ad Arcore” (Piero Fassino, ibidem). Ah, ecco.


C’è chi può e chi non può. “Sesso con minorenni. Manette al prof di Saluzzo” (La Stampa, 9-8). Nel Patto del Nazareno non c’era più posto.


Nuovo Centro Detenuti. “Tratteremo gli ultras come mafiosi” (Angelino Alfano, Ncd, ministro dell’Interno, 8-8). Gli daremo la tessera del partito.


Disboschi. “Forza Italia non entrerà nel governo” (Maria Elena Boschi, Pd, Corriere della sera, 10-8). Semmai viceversa.


L’arbitro Moreno. “L’arbitro deve far sì che la partita raggiunga il 90° senza invasioni di campo” (Piero Grasso, Pd, presidente del Senato, la Repubblica, 10-8). E soprattutto che la squadra più debole non tocchi palla.


Che gelide manine. “Verdini tratta sulla legge elettorale, ma Berlusconi si tiene le mani libere” (Corriere della sera, 30-7). A parte quel paio di fastidiosi gingilli metallici.


Cronoprogramma. “Renzi alla vedova con cinque figli: mi dia un mese” (Libero, 5-8). Ci vuole del tempo anche per non far nulla.


Fuga di cervelli. “Albania, addio lauree facili. Chiude l’Ateneo del ‘Trota’” (La Stampa, 8-8). Con tutto quello che avevamo speso per farlo studiare.


Buchi. “Pantani, un buco di 125 minuti” (Corriere della sera, 5-8). Uno solo?


Delusioni. “Responsabilità dei giudici. Anche questa volta finirà nella solita farsa” (Filippo F., Libero, 6-8). Anche questa volta non li aboliscono.


Ladri al quadrato. “Rapina alla banca della Camera: è stato un commesso” (Libero, 6-8). Deve aver sentito da qualche parte che rubare ai ladri non è peccato.


Pronta cassa. “Nell’inflessibile Germania l’assoluzione si compra: 100 milioni da Ecclestone, accusato di corruzione per una mega tangente” (il Giornale, 7-8). In Italia invece è tutto gratis.


Guidi piano. “Crescita, ora arriva il contrattacco” (Federica Guidi, ministro dello Sviluppo economico, La Stampa, 6-8). “Il Pil italiano è diminuito dello 0,2% nel secondo trimestre dell’anno: è il peggior dato degli ultimi 14 anni, l’Italia torna in recessione tecnica” (Istat, 6-8). Ammazza che tempismo.


Zero virgola. “Che la crescita sia 0,4 o 0,8 o 1,5 non cambia niente dal punto di vista della vita quotidiana delle persone” (Matteo Renzi, presidente del Consiglio, 24-7). Tranqui, Matteo: è a -0,3.


Voto di scambio. “A chi dice che gli 80 euro non servono a niente, rispondo che 11 milioni di italiani la pensano diversamente” (Matteo Renzi, presidente del Consiglio, La Stampa, 6-8). E li ringrazio sentitamente per esserci cascati.


Pina l’economista. “Ma leggiti il Censis, che ha detto che con gli 80 euro aumenteranno i consumi del 15 per cento!” (Pina Picierno, eurodeputata Pd, a Laura Castelli dei 5Stelle, Otto e mezzo, 7-5). Poi i consumi sono cresciuti dello 0,1% (dati Confcommercio), mentre del 15% sono aumentati i voti del Pd e la Picierno è stata eletta al Parlamento europeo. Sono comunque soddisfazioni.


Sapienza Concordia. “Ho sbagliato, ma ho invitato Schettino per par condicio. Era un seminario sui grandi casi di cronaca, dall'omicidio di Meredith Kercher al naufragio del Giglio. Schettino temeva che da queste analisi potessero derivare danni alla sua linea difensiva” (Vincenzo Maria Mastronardi, docente di Psicopatologia forense all’Università La Sapienza, Corriere della sera, 7-8). Al seminario sul 41-bis, per par condicio, interverranno Totò Riina e Bernardo Provenzano.

Padri prostituenti. “Di economia non si è parlato, però si è parlato di donne” (Denis Verdini, FI, sull’incontro a Palazzo Chigi fra Renzi, Guerini, Berlusconi, Gianni Letta e lui, la Repubblica, 8-8). Dev’essere stato quando Letta è andato alla toilette.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext