25/6/2014 Il Riempitivo

25/6/2014 Pietrangelo Buttafuoco Il Foglio

Non mi smuove l’inno nazionale.



Fratelli d’Italia, non mi emoziona. L’ho colto in sottofondo, ieri, ovviamente per la partita, e mi ha svegliato immagini tutte impacciate.


Quell’uso citrullo di portare la mano al cuore – un atto ipocrita – e poi quel fare boccuccia sforzandosi di fare il coro, sono rivelatori di un difetto: essere italiani in mancanza d’Italia.



Canzone di gran lunga più bella è la “Leggenda del Piave”.


Per non dire dell’“Inno a Roma”. Musica di Giacomo Puccini, dal “Carmen saeculare” di Orazio.



Rivelatore di un destino: essere italiani in presenza di Roma.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext