15 maggio 2014 PRGHIERA

15/5/2014 Camillo Langone Il Foglio

Ancora Pasolini. Io cerco ogni giorno il segreto per essere conservatori e non censori, per difendere-conservare-pregare senza risultare noiosi innanzitutto a sé stessi,................



.................e per essere ascoltati senza offendere-dilapidare-bestemmiare niente e nessuno. Ma nemmeno Pier Paolo, che la prima triade, quella del difendere, ha inventato e inserito in una poesia poco prima di morire, l’ha trovato.


Tutto risulta chiaro guardando “Hostia”, la mostra di Nicola Verlato al museo di Lissone, che è una mostra da brividi.


L’eccellente pittore, qui anche architetto e scultore, raffigura la morte di Pasolini sulla spiaggia di Roma come l’ha ricostruita in libri affascinanti Giuseppe Zigaina, quindi nella forma di un omicidio-suicidio con venature sacrificali (notare il luogo, Ostia, e la data, domenica 2 novembre).


La mostra è già stata richiesta da un museo di Los Angeles che difficilmente si sarebbe interessato a quadri altrettanto belli dedicati a Del Noce e Prezzolini, per citare due conservatori coevi ma di vita meno eclatante. Io avrei preferito non saperne nulla perché non vorrei attentasse alla mia quiete: che “Hostia” non introduca in me l’idea di gesti troppo artistici.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext