8 maggio 2014 Preghiera

8/5/2014 Camillo Langone Il Foglio

Pierluigi Battista, suffragetto del Corriere della Sera, in articoli e libri scrive accorato della censura maschile sulle letture femminili.



Chiaramente vive nel 1914.


Chi vive nel 2014 sa che la situazione si è capovolta, che oggi la censura colpisce i temi maschili.


Siccome i lettori sono quasi sempre lettrici, siccome i redattori sono quasi sempre redattrici, nell'editoria italiana esiste ormai solo il romanzo.


Alla crisi del libro si somma la crisi della saggistica e alla crisi della saggistica si somma la crisi della virilità.


Arduo far passare un elogio dell'industria pesante, della caccia, della pipa, del sanguinaccio, dello sciupafemmine.


Ho proposto un libro contro gli animali (contro gli animali idolatrati dall'animalismo, chiaro) e l'editor, ovviamente una donna, mi ha risposto che non si può.


Non che non venderebbe: che non si può. Non è censura questa?


Se pensassi di poter superare lo iato temporale, lo chiederei al suffragetto Battista.


Nel frattempo sto scrivendo anch'io un libro con la parola “amore” nel titolo.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext