28 marzo 2014 Preghiera

28/3/2014 Camillo Langone Il Forglio

Perché Severgnini, che è ricco, invece di scrivere articoli abborracciati non si gode la famiglia, le molteplici magioni, l'ottima cucina della sua bella città, Crema?


 Ieri in prima pagina sul Corriere ha messo in fila una serie di notevoli sciocchezze, qui mi concentro sul confronto tra Altiero Spinelli e Matteo Salvini.


L'intento, fin troppo ovvio per un europeista idolatra come Severgnini, è quello di denigrare il leghista, contando sul fatto che tutti sanno chi è Salvini e nessuno sa chi era Spinelli.


 Purtroppo Spinelli era un fanatico, un comunista, un nemico della nostra patria e di tutte le patrie, un pannellista, un nichilista, l'autore del "Manifesto di Ventotene" in cui sogna un'Europa guidata da pochi illuminati e dove i popoli non contano nulla (sogno realizzato), in cui teorizza l'abolizione o la forte riduzione della proprietà privata (sogno realizzato solo in parte, immagino con grande sollievo del possidente Severgnini).


Non penso affatto che Salvini sia ottimo, penso solo che Spinelli fosse come il giornalismo di Severgnini, pessimo.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext