22 gennaio 2014 Preghiera

22/1/2014 Camillo Langone Il Foglio

 

Io non so se consigliare ai milanesi "La bella Milano" di Delio Tessa (Quodlibet).


 Non vorrei cadessero in preda allo sconforto, leggendo quanto ha perduto la loro città dal primo Novecento (periodo descritto dall'amabile Tessa qui in veste di prosatore anziché di poeta) a oggi. Invece lo consiglio senz'altro agli scrittori e affini.



Del capitoletto che inizia a pagina 63 sono protagonisti i librai-editori Baldini e Castoldi: nel 1937 già parlavano di crisi del libro, di declino delle pagine culturali e della critica letteraria, della indispensabilità di un traino extracartaceo ("il pubblico ama i grandi autori, ama Tolstoj? Rispondo: ama Greta Garbo, altro che storie! Il libro l'hanno venduto dopo il film...").


 


Per sognare che la crisi presente della carta sia davvero qualcosa di già visto, di superato, di superabile.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext