21 gennaio 2014 Il riempitivo

21/1/2014 Pietrangelo Buttafuoco Il Foglio

 

Non ho capito una cosa. Matteo Renzi e Silvio Berlusconi si sono visti, hanno fatto un accordo sulla riforma elettorale e così via.


 Polemiche comprese. (Compreso "Il Vangelo secondo Matteo", per dirla con Alfio Krancic, Renzi e la resurrezione del Cav.-Lazzaro).


 Essendo i capi delle due opposte fazioni, Renzi e Berlusconi si sono regolati in questo modo e il governo, perfino il governo, non è caduto.


 Ecco, non ho capito perché se il Cavaliere ha incassato il tutto con soddisfazione (tuorlo sul lunotto compreso), Renzi, invece, deve farsi ratificare il tutto dalla direzione del suo partito?


 Se è il suo, il partito, deve essere totalmente suo: cominciasse col togliere la foto di Che Guevara dallo studio e ne metta una di Palmiro Togliatti (e accanto a quella di La Pira se ne procuri una, anche mezzo busto, di Andreotti, perché la santità aiuta ma il lavoro duro tocca sempre ai sacrestani).


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext