Nel silenzio più assordante della stampa ufficiale, la TEPCO rileva un livello altissimo di radiazioni nel reattore n° 2 di Fukushima

Russia Time22 Dicembre 2013 effedieffe

 

La TEPCO ha rilevato un livello record di radiazioni - 1,9 milioni di becquerels per litro dovuti a sostanze radioattive emittenti raggi beta - nel reattore n° 2. Nelle acque sotterranee del reattore n° 4 è stato poi rilevato del cesio radioattivo. Crescono le paure di nuovi sversamenti nell'oceano.



La NHK riferisce che è da novembre che il livello di radioattività nelle acque nel terreno sottostante il reattore n° 2 è in crescita. La precedente più alta rilevazione di radiazioni era del 13 dicembre e relativa al reattore n° 1 con un valore di 1,8 milioni di bequerels/litro di raggi beta.

Oggi, quest'ultima rilevazione di radioattività nelle acque profonde nel terreno sottostante al reattore n° 4 solleva serie preoccupazioni circa la possibilità di una nuova fonte di sversamento di sostanze radioattive nelle acque dell'oceano essendo la prima volta - perlomeno ufficialmente - che viene rilevata radioattività da un campione proveniente oltre i 25 metri di profondità sotto al reattore n° 4.

Il personale della TEPCO ha rilevato poi 6,7 bq/litro di Cesio 137 e 89 bq/litro di stronzio oltre ad altre sostanze radioattive che emettono raggi beta. Le fonti ufficiali della società hanno comunque sostenuto che è presto per parlare di un'altra perdita di radioattività e che saranno necessari altri esami per convalidarla.


 La TEPCO ha anche suggerito che i valori rilevati possano essere errati perché potrebbero essersi maldestramente mischiate delle sostanze radioattive durante la campionatura.

Fin dai primi momenti del disastro di Fukushima nel marzo del 2011, il principale timore per l'ambiente e la popolazione del Giappone ha riguardato la fuga di acque contaminate dalle radiazioni.


 È un dato di fatto che l'esistenza di fughe dall'impianto nucleare - e di conseguenti sversamenti di acque radioattive nell'oceano - è stata ammessa dalla TEPCO solo alla fine di luglio del 2013, e da allora la TEPCO ha riconosciuto almeno due grandi sversamenti di acque altamente radioattive: una fuga di 300 tonnellate di acque radioattive ad agosto ed una da 430 litri ad ottobre.

Traduzione per EFFEDIEFFE.com a cura di Massimo Frulla

Fonte >
RT.com


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext