ANTIDOTI - GGIOVANI 2

13/47/2013 rinocammilleri.com

 

Riassunto dell'Antidoto precedente: in treno, ggiovane jeansato, felpato, sneakerato, seduto una gamba a est e l'altra a ovest, pollici frenetici su tastiere multiple, orecchie cuffiate.


Non dava fastidio, affatto, anche perché ormai i posti in treno sono tutti prenotati (e lui, ovviamente, l'ha fatto per via elettronica).


Ma è il prototipo del ggiovane contemporaneo, solo nel suo autismo artificiale: lui e le sue macchinette, e chissenefrega del resto del mondo.


Infatti, dove il posto non si può prenotare elettronicamente (tram, bus, metrò), stessa postura sbracata e al diavolo gli anziani e le donne incinte in piedi.


 Il suo sogno, il suo mito, il suo idolo è quel Zuckerberg che è diventato uno dei ggiovani più ricchi del pianeta per avere inventato una delle cose più inutili che esistano: Facebook.


Non a caso, si veste nello stesso, identico, modo di tutti gli altri ggiovani globalizzati.


Per il resto, Jobs faceva il buddista-chic, Gates usa i suoi soldi per diminuire la popolazione del terzomondo (eh, i poveri sono troppi)...


Per trarre films dalle loro vite da cenerentole del terzo millennio non hanno nemmeno aspettato che fossero tutti morti.


 E' il successo, bellezza. L'unica cosa che conta e per la quale battersi con ogni mezzo. Be fool, be hungry.





Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext