29 novembre 2013 Preghiera

29/11/2013 Camillo Langone Il Foglio

 

Quale l'architetto, tale il senatore.


Non ha senso attaccare il Renzo Piano di Palazzo Madama elogiando in premessa il Renzo Piano del Renzo Piano Building Workshop.



 Identica la persona, identico l'impegno illiberale. Che i suoi grattacieli siano la negazione della città, e quindi della civiltà, non l'ha detto Gasparri bensì Gregotti.


 

Che i suoi edifici irrazionali e retorici dimostrino "una volontà di potenza incondizionata" lo ha scritto Roberto Peregalli, non Sandro Bondi.



 Uno dei primi a notare la violenza verso i residenti, l'insensibilità verso i contesti storici, la prepotenza urbanistica insita nei lavori del progettista genovese fu Guy Debord, una delle menti più raffinate del Novecento.



Basta conoscere un poco di storia dell'architettura per comprendere la coerenza del voto contro Berlusconi: non poteva rispettare milioni di elettori italiani chi non ha rispettato milioni di parigini, di londinesi, di devoti di Padre Pio.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext