Berlusconi messo nel sacco da 4 democristiani. E Maroni ora che dice?

di TONTOLO 2/10/2013 lindipendenza.com

 

Povero Cavaliere pensava di essere il più furbo e il più forte di tutti.


 E invece qualcuno glielo ha messo in quel posto, costringendolo a una figura politica di cacca senza precedenti.



 Fino a stamattina Silvio Berlusconi era determinato a votare contro la fiducia al governo Letta, poi nel pomeriggio, resosi conto che gli si stava squagliando il Pdl fra le mani, ha compiuto una virata clamorosa annunciando il s^ alla fiducia.



  Se fosse rimasto sul no, sarebbe stato politicamente morto. Rientrando nella maggioranza, ha invece messo sul tavolo l'ultima carta per tentare di rimanere nel gioco.



Chi ha messo nel sacco il Berlusca?



Una bella congrega di democristiani - Alfano, Formigoni, Lupi, Giovanardi, Mauro - con qualche spruzzata di socialisti (Cicchitto): idealmente è la Prima Repubblica che prende una sorta di rivincita sulla Seconda. Resta il fatto che, Prima o Seconda, questa è una Repubblica ormai morta e sepolta...



 Io che son Tontolo, ma non tontolon, sto ridendo a crepapelle ricordando una recente dichiarazione del segretario federale della Lega Nord: "Abbiamo ottenuto il nostro obittiv, il governo è caduto!".



 

 Ohibò, ma Roberto Maroni si è messo a fumare qualcosa di strano ultimamente? e che dirà adesso, forse che il suo amico-alleato (al Nord) Berlusconi ha sbagliato a parlare al Senato?


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext