XKeyscore: ecco come l'NSA spia quello che facciamo (1)

Guardian 03 Agosto 2013 effedieffe

 

Stando ai documenti resi pubblici da Edward Snowden, il segretissimo programma dell'NSA permette agli analisti di spiare - senza che sia necessaria una precedente autorizzazione - l'attività di milioni di persone, frugando dentro grandi archivi che raccolgono email, chat online e attività internet.



Nel materiale addestrativo l'NSA si vanta che il programma, chiamato XKeyscore, sia il sistema a più ampia penetrazione che l'intelligence abbia mai avuto a disposizione per controllare internet. Le ultime rivelazioni - che metteranno parecchia carne sul fuoco del dibattito al Congresso circa i potenti programmi di spionaggio dell'NSA - sono giunte da alti ranghi dell'intelligence che mercoledì hanno testimoniato davanti al comitato giudiziario del Senato USA ed hanno mostrato del materiale classificato in risposta alle prime rivelazioni rese dal Guardian relative ad una raccolta massiccia di registrazioni telefoniche.

I documenti gettano luce su alcune delle più controverse dichiarazioni rese da Snowden nella sua prima videointervista pubblicata dal Guardian il 10 di giungo. Snowden dichiarò: «Seduto al mio tavolo, posso intercettare chiunque, da te al tuo interlocutore, che si tratti di un giudice federale o dello stesso presidente. Mi basta avere l'indirizzo email».

Le fonti ufficiali USA hanno reagito negando con forza. Mike Rogers, Repubblicano, presidente dello House intelligence committe ha così commentato le dichiarazioni di Snowden: «Mente. È impossibile fare quello che dice».

Ma il materiale addestrativo di XKeyscore mette in luce come un analista, insieme ad altri sistemi, possa usarlo per estrarre dati dagli enormi archivi dell'agenzia semplicemente riempiendo un modulo a video, adducendo una qualsiasi giustificazione per la ricerca. La richiesta, prima di essere elaborata, non passa per alcun organo di supervisione, un tribunale o facente parte del personale NSA.

XKeyscore, sottolinea ancora il documento, è il sistema NSA di sviluppo dell'intelligence dedicato alla reti informatiche dalle enormi potenzialità (DNI, Digital Network Intelligence, nella terminologia NSA). In una presentazione si afferma che il programma copre quasi qualsiasi attività in rete di un tipico utente: contenuto delle email, siti web visitati e ricerche in primis, ma anche tutti i metadati relativi. Gli analisti possono usare XKeyscore - ed altri sistemi dell'NSA - per intercettazioni in tempo reale sull'attività in rete di singoli utenti.

In base alle leggi USA, l'NSA deve ottenere una preventiva autorizzazione FISA solo se l'obbiettivo dello spionaggio è cittadino americano; ma già se è in comunicazione con un non-americano, l'autorizzazione non serve più. Ovviamenye XKeyscore fornisce una tecnologia capace senza l'autorizzazione legale, di spiare anche un Americano con un'ampia gamma di sorveglianza elettronica senza alcuna garanzia che informazioni personali restino ignoti all'analista.

Una slide addestrativa spiega come XKeyscore raccolga ininterrottamente l'attività digitale, permettendo all'analista di effettuare in qualsiasi momento ricerche fra i dati archiviati.



XKeyscore permette ad un analista di effettuare una ricerca dei metadati con la stessa facilità con cui spia il contenuto delle email o dell'attività internet in generale - ad esempio le pagine aperte col browser - e di farlo, si noti bene, anche se non si conosce un indirizzo email collegato (un selettore, per usare il gergo NSA), alla persona indagata. Gli analisti possono infatti effettuare indagini partendo da: nome o numero telefonico od indirizzo IP o parole chiave o lingua usata nell'attività internet o tipo di browser utilizzato.

Nel domcunto si sottolinea che ciò è dovuto al fatto che da sola, la selezione forte [quella che parte dall'indirizzo email], ha una capacità molto limitata perché gran parte del tempo passato su internet implica azioni in forma anonima. I documenti NSA asseriscono che alla volta del 2008 erano stati catturati 300 terroristi grazie alle informazioni di intelligence ottenute con XKeyscore.

Gli analisti sanno bene che condurre una ricerca sull'intero database produce troppi risultati. Al fine di restringere il campo d'indagine, viene invece suggerito loro di usare i metadati, anch'essi archiviati.

Una slide intitolata plug-ins - parte di un documento del dicembre 2012 - mostra i vari campi di informazioni che possono essere indagati e che comprendono: qualsiasi indirizzo email compaia in una sessione (spiata), sia sotto forma di nome che come dominio, qualsiasi numero telefonico compaia in una sessione (per esempio, sia quelli nella rubrica che quelli bloccati), e tutta l'attività dell'utente: ad esempio, l'attività di chat e di webmail, i nomi utente, i nomi degli amici, i cookies ecc.

(fine prima parte)

Glenn Greenwald


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext