EDITORIA - IO. POEMA TOTALE DELLA DISSOLVENZA

DI DANTE MAFFIA

 

«Qui il verso urla, schiaffeggia, accarezza, plana, s'innalza; qui il verso è dolce, lieve, nostalgico, asprigno, doloroso;


 

 qui il verso diventa Verso, la poesia diviene Poesia. Qui l'Io di Maffia è un Io personale, autobiografico ma è anche l'Io di tanti, l'Io dell'Umanità, che si assolve e si dissolve, l'Io dell'uomo con le sue miserabili miserie, dell'Uomo che pensa, agisce, ama. Qui i versi sostituiscono i fiori e i pascoli verdi nelle praterie dei sogni e dell'utopia. Ma non si pensi che si tratti di una passeggiata poetica sul velluto: qui Dante percorre spazi e tempi immensi, e si inabissa tra i calanchi e gli arcigni valichi della follia e del razionale, come ciò sia possibile è un mistero. Solo il linguaggio d'oro del Poeta sa esprimere l'inesprimibile.» (Giovanni Pistoia)


 

«Qui il verso urla, schiaffeggia, accarezza, plana, s'innalza; qui il verso è dolce, lieve, nostalgico, asprigno, doloroso;


 

 qui il verso diventa Verso, la poesia diviene Poesia. Qui l'Io di Maffia è un Io personale, autobiografico ma è anche l'Io di tanti, l'Io dell'Umanità, che si assolve e si dissolve, l'Io dell'uomo con le sue miserabili miserie, dell'Uomo che pensa, agisce, ama. Qui i versi sostituiscono i fiori e i pascoli verdi nelle praterie dei sogni e dell'utopia. Ma non si pensi che si tratti di una passeggiata poetica sul velluto: qui Dante percorre spazi e tempi immensi, e si inabissa tra i calanchi e gli arcigni valichi della follia e del razionale, come ciò sia possibile è un mistero. Solo il linguaggio d'oro del Poeta sa esprimere l'inesprimibile.» (Giovanni Pistoia)


 


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext