I «Monsanto 71»: ecco i senatori in svendita

Natural News 03 Giugno 2013 effedieffe.com

 

Il Senato USA ha avuto di recente l'opportunità di votare un emendamento che avrebbe dato sostegno al diritto degli Stati americani di legiferare sull'etichettatura degli OGM.


 L'emendamento, S.AMDT.965, è stato presentato dal Senatore Bernie Sanders con lo scopo di «...permettere agli Stati di richiedere che ogni tipo di cibo, bevanda o prodotto comunque commestibile offerto in vendita avesse in etichetta l'indicazione relativa al contenuto, quando composto da ingredienti geneticamente modificati».

Complessivamente, 71 Senatori USA, sia democratici che repubblicani, hanno votato contro l'emendamento, tradendo il popolo americano a favore degli interessi della Monsanto. Molti hanno detto di averlo fatto perché non volevano che la regolamentazione delle etichettature risultasse diversa da Stato a Stato, aggiungendo che l'etichettatura degli alimentari è un tema che dovrebbe essere gestita direttamente dalla FDA. Ma la FDA non è altro che l'ennesimo ente venduto, come tutti sappiamo.

Attendersi che sia la FDA a decidere sull'etichettatura degli OGM è inutile e stupido. Non accadrà mai. La FDA si è venduta da tempo agli interessi delle multinazionali ed è impegnata nel far sì che il popolo americano non abbia la minima consapevolezza di cosa mangi realmente.

71 senatori tradiscono il popolo e si vendono alla Monsanto


L'unico modo per far ottenere che gli OGM vengano indicati in etichetta è far sì che avvenga Stato per Stato. Questi 71 Senatori ne avevano l'occasione ma, al contrario, hanno dichiarando di ritenere che i singoli Stati non abbiano il diritto di obbligare all'etichettatura degli OGM a livello locale!

Ricordatevelo la prossima volta che sentite Rand Paul o Ted Cruz che parlano di «libertà e giustizia». Dove era la giustizia quando si sono occupati di etichette OGM? Come si può creare una società con maggior libertà tenendo la gente all'oscuro persino di cosa mangia?

In nome di Dio, cosa ci vuole per portare a Washington D.C. qualcuno che voti con senso di responsabilità e senza servilismo, mettendosi di volta in volta dalla parte della giustizia e della libertà? (Ridateci Ron Paul!)

I «Monsanto 71»

Pubblichiamo la lista di questi 71 Senatori USA, e la ripubblicheremo altre volte fino alle elezioni del 2014. Il nostro scopo è di assicurarci che questi senatori cambino la propria posizione circa l'etichettatura OGM, o abbandonino il proprio seggio.

Sì, è vero, molti di questi senatori si sono seriamente impegnati su altri  temi. Per esempio, il Senatore Grassley ha un notevole curriculum di indagini sull'FDA e nel rivelare altre mancanze del governo federale; ma non esistono scuse per l'aver tradito il popolo americano su questo specifico tema; non ci sono scuse per essersi venduti alla Monsanto ed all'industria degli OGM. Il popolo americano non merita forse di sapere che cosa realmente mangia? Le mamme di bambini autistici non meritano forse delle etichette accurate che permettano di evitare le tossine quando fanno la spesa per i propri figli?

Il mio personale messaggio per i 71 è: meglio che rivediate molto attentamente la vostra posizione (soprattutto Cruz, Paul e Grassley). Ci aspettiamo di meglio da voi. Ci aspettiamo che siate i paladini della gente e non i fantocci della Monsanto.

Ci aspettavamo che senatori quali McCain e McCaskill fossero dei venduti, le loro anime marciscono già all'Inferno per la loro volontaria collusione con il male. Ma da quelli che sono seriamente impegnati per la libertà - tipo Cruz e Ryan - beh, ci aspettiamo facciate di meglio!

Se su questo tema continuerete a deluderci, ci impegneremo fino alla morte perché non siate rieletti. Per me, quale editore di Natural News, sono solo due i temi che conteranno per le prossime elezioni: etichette OGM e Secondo Emendamento.

«Noi, il Popolo» vogliamo il nostro cibo protetto dalle etichette e le nostre case protette dalle nostre armi. Vogliamo la libertà che deriva dal fatto che il governo stia alla larga dalla nostra vita privata e la protezione che deriva da un governo che obblighi le grandi multinazionali, come minimo, a dirci la verità sul cibo che ci vendono.

Sì, il governo ha un ruolo preciso in una società libera: proteggere le libertà dalla tirannia e proteggere i consumatori dagli inganni dell'industria. Indipendentemente dall'appartenenza di partito, quei senatori che appoggeranno l'etichettatura OGM avranno il sostegno di Natural News. Quelli che non lo faranno, li additeremo alla gogna pubblica quali traditori.

Ed ecco la lista dei Monsanto 71*:

[* fra parentesi partito di appartenenza R-repubblicano, D-democratico; e la sigla dello Stato USA dove il Senatore è stato eletto, esempio: TN Tennessee]

Alexander (R-TN)
Ayotte (R-NH)
Baldwin (D-WI)
Barrasso (R-WY)
Baucus (D-MT)
Blunt (R-MO)
Boozman (R-AR)
Brown (D-OH)
Burr (R-NC)
Carper (D-DE)
Casey (D-PA)
Chambliss (R-GA)
Coats (R-IN)
Coburn (R-OK)
Cochran (R-MS)
Collins (R-ME)
Coons (D-DE)
Corker (R-TN)
Cornyn (R-TX)
Cowan (D-MA)
Crapo (R-ID)
Cruz (R-TX)
Donnelly (D-IN)
Durbin (D-IL)
Enzi (R-WY)
Fischer (R-NE)
Franken (D-MN)
Gillibrand (D-NY)
Graham (R-SC)
Grassley (R-IA)
Hagan (D-NC)
Harkin (D-IA)
Hatch (R-UT)
Heitkamp (D-ND)
Heller (R-NV)
Hoeven (R-ND)
Inhofe (R-OK)
Isakson (R-GA)
Johanns (R-NE)
Johnson (D-SD)
Johnson (R-WI)
Kaine (D-VA)
Kirk (R-IL)
Klobuchar (D-MN)
Landrieu (D-LA)
Lee (R-UT)
Levin (D-MI)
McCain (R-AZ)
McCaskill (D-MO)
McConnell (R-KY)
Menendez (D-NJ)
Moran (R-KS)
Nelson (D-FL)
Paul (R-KY)
Portman (R-OH)
Pryor (D-AR)
Risch (R-ID)
Roberts (R-KS)
Rubio (R-FL)
Scott (R-SC)
Sessions (R-AL)
Shaheen (D-NH)
Shelby (R-AL)
Stabenow (D-MI)
Thune (R-SD)
Toomey (R-PA)
Udall (D-CO)
Vitter (R-LA)
Warner (D-VA)
Warren (D-MA)
Wicker (R-MS)
Mike Adams


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext