28 maggio 2013 Preghiera

28/5/2013 di Camillo Langone Il Foglio

 

Don Gallo, che era un prete irresponsabile, senza volerlo ci ha segnalato una nuova responsabilità: la responsabilità dei nostri funerali.


 Nella chiesa del Carmine il sacerdote genovese ha raccolto né più né meno ciò che aveva seminato in vita.


Anche questo è un portato dei tempi.


 Quando la morte era perfettamente ritualizzata non occorreva una vita dignitosa per garantirsi esequie dignitose.


Trasformato in salma, l'uomo peggiore otteneva genuflessione, silenzio, organo a canne, incenso.


Col soggettivismo imperante e urlante, il defunto (anche non famoso) è abbandonato alla debolezza del celebrante e all'emozionismo dei partecipanti: applausi, canti volgari, diarrea di parole...


 Quindi non si può più nemmeno morire in pace, bisogna preoccuparsi dei funerali, lasciare precise indicazioni.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext