17 maggio 2013 Preghiera

17/5/2013 Camillo Langone Il Foglio

 

Si lascino in pace i capannoni. Non si seppelliscano di tasse i capannoni (incombono aumenti Imu fino al 271 per cento).


 

La si smetta di criticare i capannoni. "Sono i monumenti visibili della dignità del lavoro, di quelle energie che in sessant'anni hanno costruito il benessere di questo paese" scrive Marco Romano in "Liberi di costruire" (Bollati Boringhieri).


Romano è un urbanista liberista che fatico a seguire quando esprime fiducia nell'uomo ma che riesco a seguire benissimo quando esprime sfiducia nello Stato.


E' pure romantico: "Quando vedo il fiero schierarsi degli stabilimenti lungo le strade e le autostrade, dove una generazione di imprenditori ha orgogliosamente mostrato il sogno della propria fertile attività, sento la commozione e la compartecipazione a questa straordinaria avventura: e se qualcuno di questi capannoni è ormai vuoto e in disuso, mi si stringe il cuore".


 I capannoni sono brutti, forse nemmeno Romano può negarlo, ma sono utili, al contrario di tanta edilizia pubblica, funzionale esclusivamente alla vanità dei progettisti.


Giù le mani dai capannoni.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext