11 maggio 2013 Il Riempitivo

11/5/2013 Pietrangelo Buttafuoco Il Foglio

 

L'angoscia abita una casa costruita da se stessa tra le costole, nel nostro stesso costato.

 


 

Le lacrime sono un rimedio ma quella dimora annidata nel cavo del petto, nel nostro stesso petto,  ha tegole solide.


 E tutta quell'acqua gocciante dalle palpebre diventa fuoco che ci sta addosso nella carne e l'anima, allora, preda dell'angoscia si perde in una perpetua insonnia.


 E la vita, la nostra vita, è solo una stella che tramonta dove però non scende mai il tramonto ma righe di sabbia che fanno un intarsio, un tappeto dove prosternarsi e rivolgere l'abbandono ad Allah, l'Altissimo per vivere la Misericordia.


E la vita, allora, la nostra vita, diventa come un catino che versa l'acqua che nutre e gemma consolazione oltre la tomba, fino al Dì del Giudizio.


Questo disse ieri, venerdì, l'imam.


Questo disse e l'ho trascritto per Nello che piange la morte di suo figlio Giuseppe.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext