Passione e Morte del PD, Vittima del Suo Stesso Odio. (Al prossimo giro tocca a Silvio state Sereni)

18/4/2013 funnyking rischiocalcolato.it

 

Per venti anni il PD ha seminato odio, odio puro, verso Berlusconi, verso il PDL fino a dire che gli elettori stessi di centro destra sono "antropologicamente diversi" dai migliori sinistri.


 

Gli elettori e molti dirigenti del PD si sono nutriti di quell'odio, lo hanno fatto proprio, hanno creduto che l'avversario fosse nemico da abbattere.


Ma era teatro, una recita per demarcare il recinto dei propri elettori. Creare il nemico, il male assoluto contro cui non disperdere il voto utile. In realtà, la Casta della Casta, gli alti dirigenti di PD e PDL, Bersani, Berlusconi, D'Alema, Letta, Violante, Cicchitto, Finocchiaro, Gasparri...


 sono sempre stati conniventi. Si sono spartiti potere e paese e hanno tenuto insieme i LORO VOTI demonizzando e spargendo paura e odio.


 L'uno contro l'altro. E ad ogni elezione sopravvivevano con l ricatto del voto utile.


Ma il 25 Febbraio 2013 è accaduto l'imponderabile, un partito fuori dalla Casta ha preso oltre il 25% dei voti, e nessuna coalizione prende abbastanza senatori per poter governare da sola.


Alla fine La Casta della Casta, di destra (?) o sinistra (?!?) ha provato lo stesso a fare un governo insieme "per il bene del paese" ovvero per tirare avanti, far passare la nottata (Grillo) e sopravvivere.


Risultato: le stesse monetine riservate prima a Craxi poi a Berlusconi (ve le ricordate 16 mesi fa?) si sono rivolte alla dirigenza del Partito Democratico. Il recinto del PD è rotto quello del PDL cadrà al prossimo giro.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext