L'Unione Europea va distrutta per il bene dei popoli sotto tortura

Gaulliste Libre10 Aprile 2013 effedieffe

Secondo la mitologia federalista, l'integrazione europea sarebbe il modo migliore per difendere i nostri interessi in quanto ci permetterebbe di avere un peso maggiore di fronte a Stati Uniti o Cina.


 A parte il fatto che i piccoli Stati stanno cercando di tirarsene fuori , tutto dipende da quali interessi vengano poi difesi...
 

Questo è un punto ancora poco compreso: le istituzioni europee non stanno cercando - in particolare in questa crisi - di difendere i popoli europei, ma cercano di proteggere se stesse. In questa costruzione artificiale che è l'Unione Europea, c'è un gigantesco vizio di forma: se la soluzione della crisi consistesse nello smantellamento dell'euro, è palese che la Commissione Europea e la BCE si rifiuterebbe di eseguirlo -l'equivalente di un suicidio politico in condizioni normali - ma preferirebbero cercare con tutti i mezzi possibili di fare funzionare questa costruzione barocca solo per salvare la loro posizione.
 
È proprio per questa ragione che l'azione delle istituzioni europee è così disordinata ed incoerente (come dimostrato dal caso di Cipro). Le istituzioni europee cercano semplicemente di salvarsi la pelle e sono pronte a tutto per farlo. Da qui salta fuori l'incredibile proposta di tassate del 6,75% tutti i depositi, anche dei piccoli risparmiatori mettendo così in dubbio la garanzia sui depositi sotto i 100.000 euro o l'idea della creazione di 1.000 miliardi di euro per rifinanziare le banche, un atto che contravviene totalmente al mandato ricevuto dalla BCE in materia monetaria dal quale deriva anche il piano rinegoziato - che hanno cercato di tenere nascosto - di aiuti all'Irlanda.     

Siamo chiari: tutti i governi del mondo cercano di essere rieletti. Ma c'è una differenza decisiva fra tali governi e gli eurocrati, ed è la responsabilità democratica.

I politici rispondono dei propri atti davanti agli elettori e subiscono la pressione della loro opinione. Gli eurocrati sono indipendenti ed irresponsabili e non devono preoccuparsi delle opinioni altrui; si veda in particolare come si comporta la BCE, chiusa nella propria torre d'avorio.

Da qui deriva un problema di responsabilità tutte le volte che gli eurocrati utilizzano gli enormi mezzi che hanno a disposizione per salvare se stessi, a costo di massacrare i popoli.

Se poi passiamo nello specifico alle soluzioni della crisi, consistono tutte invariabilmente in un potenziamento dei poteri centrali. Così, più il processo di integrazione avanza, più la situazione si deteriora.
 
È il peggio del peggio che si autoalimenta perché, qualunque sia la problematica, gli eurocrati propongono sempre di aumentare il proprio potere . Il punto fondamentale è che tutti si dimenticano che in questo caso gli eurocrati si ritrovano nel duplice ruolo di giudice ed imputato.

La finanza e non i popoli

A tutto questo si aggiunga che l'eurocrazia ha chiaramente preso le difese della finanza e dei miliardari contro i popoli. È una cosa che salta all'occhio in ogni decisione. Per esempio, quando la Commissione diventa semplice esecutrice degli interessi della lobby degli OGM nel cercare di imporre la loro cultura contro la volontà dei popoli e dei governi; quando permette il rientro, dagli Stati Uniti, della carne trattata con l'acido. È la stessa Europa degli eurocrati che santifica l'anarchia finanziaria che approfitta dei paradisi fiscali e l'anarchia commerciale che causa la delocalizzazione e la riduzione dei salari.      
 
Commissione europea e BCE hanno la stessa compiacenza scandalosa nei riguardi della finanza; da tempo si sono rifiutate di ristrutturare il debito greco, volendo far pesare il riaggiustamento sui soli cittadini. La BCE ha poi fornito alle banche 1.000 miliardi di liquidità senza chiedere la minima contropartita. I piani degli eurocrati prima di tutto proteggono il settore finanziario, all'opposto di quanto ha fatto l'Islanda.

Questa post-democrazia pseudo-illuminata degli esperti europei ha mostrato tutti i propri limiti: per salvarsi e proteggere i propri amici ignora le richieste dei popoli che tortura.

Un motivo più che sufficiente per doverla distruggere.

Traduzione per EFFEDIEFFE.com a cura di Massimo Frulla, revisione di Lorenzo de Vita


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext