Il Grande Bluff (di Giorgio Napolitano, del PDL e del PD)

31/3/2013 Funnyking rischiocalcolato.it

 

Questa è una piccola guida per capire cosa ci aspetta dalla scelta di Napolitano e quale è l'esito finale sperato dal Presidente della Repubblica.


Partiamo dai fatti:


  • Fatto 1: Il governo Monti, dimissionario, continua ad operare. L'attuale consiglio dei ministri dovrà presto riunirsi per decidere su importanti provvedimenti quali ad esempio il rifinanziamento delle missioni militari  italiane nel mondo e soprattutto dovrà dare l'impulso al documento di finanza pubblica da presentare a Bruxelles entro fine aprile.

  • Fatto 2: Il governo Monti (dimissionario) per operare ha 5 strade: 
  1. Usare sempre decreti legge da governo dimissionario. (il che ha dei profili di incostituzionalità notevoli per un governo dimissionario)
  2. Usare dei disegni di legge e sperare che Camera e Senato li convertano sempre velocemente (auguri)
  3. Usare dei disegni di legge e e prima o dopo chiedere la fiducia in parlamento tornando nella sua vera pienezza dei poteri.
  4. NON OPERARE AFFATTO e lasciare tutto il lavoro, anche su provvedimenti urgenti al bicameralismo perfetto del parlamento. (auguri e figli maschi)
  5. Chiedere immediatamente la fiducia prima di cominciare la sua azione di governo.

Conseguenze

Prima (certa) Conseguenza:

L'attuale governo Monti chiederà quanto prima la fiducia a Camera e Senato.


Non c'è scampo a questo esito, e anzi io mi aspetto che il governo Monti chieda la fiducia alla prima seduta di Camere e Senato disponibile altrimenti sarebbe impossibilitato nei fatti ad operare.


Seconda (probabile) Conseguenza:

Pd e PDL alla fine dovranno decidere se votare la fiducia a Monti (che il M5S la voti lo escludo), il PD in qualche modo ha fatto sapere che lo farà, il PDL sospetto che lo farà per "il bene del paese" e alla fine si sarà finalmente formata una maggioranza (PD-PDL-Scelta Civica) e una opposizione (M5S). Il Governo Monti rimarrà in carica almeno fino a quando non ci sarà un presidente della repubblica in grado di mandare tutti a casa e indire elezioni. ( e il governo Monti rimarrà comunque in carica fino a quando non sarà nominato un nuovo pres. del consiglio, ovvero fine Novembre 2013 nella più breve delle ipotesi).


Qui entriamo in un campo minato, resto dell'idea che la spinta alla fiducia all'attuale governo Monti verrà data in primo luogo dai mercati e in secondo luogo da qualche telefonata fatta dal banchiere di turno ai parlamentari di PD e PDL in perenne conflitto di interessi perchè "affidati" dalle banche (o passa la fiducia o ti scordi il fido bancario, ad esempio). C'è poi il fatto che sono troppi gli interessi in comune fra i due grandi partiti quando si tratta di spartirsi le grandi opere (TAV + Expò di Milano sono un esempio).


Ammetto che non sono certo di questo esito, il PD soprattutto è diviso al suo interno con forti spinte per arrivare quanto prima al voto e magari presentarsi con Renzi, anche il PDL visti i sondaggi (ragazzi se ci credete ancora non avete capito una mazza), potrebbe cercare il voto.


E l'M5s? Tatticamente l'M5s esprime la sua maggiore forza se si tratta di fare opposizione controllando governo e parlamento, oppure se si va ad elezioni. Un secondo Tsunami Tour a stretto giro devasterebbe gli attuali partiti (con buona pace anche dei Berluscones).  Dunque credo che l'idea del MoVimento 5 Stelle sia quella da una parte di partecipare attivamente ai lavori parlamentari, dall'altra di "aprire" il parlamento rendendo pubblici gli accordi di spartizione fra i vari partiti.


Intanto l'M5s tra qui e Ottobre (fra le altre cose):


  • Chiederà di annullare l'elezione di Silvio Berlusconi a Senatore

Appena si sarà insediata la giunta per le elezioni del Senato (ammesso che verrà MAI insediata nd. fk). Vi lascio immaginare le conseguenze, ci sarà da divertirsi.


E ora mi permetto una critica: personalmente mi sarei sentito molto più tranquillo se a Bruxelles a discutere con l'Europa e la BCE di finanza pubblica italiana ci fossero stati esponenti del MoVimento 5 Stelle e non la premiata ditta Sub-Prime Monti + Grilli ovvero l'arma di distruzione di massa che, ad esempio, ha avvallato le scellerate scelte dell'Eurogruppo su Cipro.


Credo che non fare un nome a 5 Stelle a Napolitano per la formazione di un governo sia stato un errore. Ho l'impressione che l'attuale esito sia stato deliberatamente cercato dal MoVimento 5 Stelle. Ora per essere efficaci e tutelare i loro elettori (me compreso) i cittadini eletti del MoVimento 5 Stelle dovranno fare un lavoro di controllo certosino e feroce. Se dopotutto, il governo Monti dovesse continuare a governare per i prossimi anni con l'avvallo di PD e PDL sarebbe una sconfitta per tutti.


Ed ecco il Grande Bluff di Napolitano, PD e PDL: Il tentativo di lasciare Monti al suo posto e far passare abbastanza tempo per disinnescare il MoVimento 5 Stelle. Una mossa disperata.


p.s. i mercati andranno a vedere il BLUFF in pochissime sedute, alla prima fiducia chiesta da Monti o il PD e PDL voteranno cmpatti o sarà il diluvio universale.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext