IL CIMITERO DI ATENE

06/04/2012 Tratto da Dagospia.com

IL CIMITERO DI ATENE - DALL'INIZIO DEL 2010 SI SONO UCCISE OLTRE 1725 PERSONE - IERI IL SUICIDIO PLATEALE DI UN FARMACISTA IN PIAZZA SYNTAGMA GETTA LA GRECIA ANCORA DI PIÙ NELLO SCONFORTO: "NON TROVO ALTERNATIVE A UNA CONCLUSIONE DIGNITOSA PRIMA DI FINIRE A ROVISTARE TRA LA SPAZZATURA PER VIVERE" - LA DISOCCUPAZIONE ARRIVA AL 21% - ALLE PROSSIME ELEZIONI POTREBBE VINCERE LA SINISTRA ANTI-AUSTERITY, MENTRE IL PARTITO FASCISTA POTREBBE ENTRARE PER LA PRIMA VOLTA IN PARLAMENTO...

Vittorio Da Rold da "Il Sole 24 Ore"


Il farmacista in pensione che si è ucciso mercoledì mattina a piazza Syntagma, ad Atene, davanti al Parlamento è diventato un simbolo della sofferenza causata dalle politiche di austerità che hanno colpito tutta la popolazione greca. Dimitris Christoulas, il pensionato suicida di 77 anni, ha lasciato un biglietto in cui accusa il Governo Papademos di aver adottato misure di austerità che «hanno azzerato la mia capacità di sopravvivere, basata su una pensione rispettabile che avevo versato in 35 anni». «Non trovo alternative a una conclusione dignitosa prima di finire a rovistare tra la spazzatura per vivere», ha scritto nel messaggio di addio, di cui la stampa greca ha pubblicato ampi estratti.


Il gesto ha scioccato il Paese al punto che mercoledì si è tenuta una manifestazione spontanea nella piazza davanti al Parlamento dove il pensionato si è sparato e molte persone hanno deposto fiori e messaggi di cordoglio nel luogo del suicidio. Ieri ci sono stati altri scontri con la polizia, dopo che un gruppo di un centinaio di ragazzi ha cominciato a lanciare sassi contro gli agenti. La polizia ha risposto con gas lacrimogeni e caricando i manifestanti. Almeno due giornalisti sono rimasti feriti durante la carica, mentre altre 10 persone sono state fermate, e rilasciate poco dopo.


Centinaia di migliaia di greci hanno perso il lavoro nel corso dell'ultimo anno e ora i disoccupati sono al 21% (il doppio della zona euro), pari a un milione, un quarto della forza lavoro. La Grecia aveva un tasso di suicidi più basso della media europea, ma ora i casi si stanno moltiplicando dopo due anni di misure di austerità imposte dalla comunità internazionale per ottenere aiuti finanziari per uscire dalla crisi. Secondo un documento consegnato al Parlamento greco, sono oltre 1.725 le persone che si sono uccise dall'inizio del 2010, con un incremento medio annuo del 40 per cento. «Il tema principale non è tanto il suicidio ma le ragioni che lo hanno provocato», ha detto Thomas Gerakis dell'istituto di sondaggi Marc pollster.


Un simbolo dunque quello del pensionato suicida, che peserà nel corso della prossima campagna elettorale per le elezioni anticipate che si potrebbero tenere forse il 6 maggio. «Chi dovrebbe suicidarsi - ha detto Panos Kammenos - un deputato conservatore che ha fondato un nuovo partito anti-austerity - è la classe politica che ci ha condotto a questo punto».


E proprio i due maggiori partiti, il socialista Pasok e il conservatore Nea Dimokratia, che si sono alternati per decenni al potere dalla caduta dei colonnelli nel 1974, sono previsti sotto il 40% dei voti, ponendo così a rischio la possibilità di una coalizione pro salvataggio.

Secondo gli ultimi sondaggi il partito socialista greco (Pasok) avrebbe il 15,5% dei voti a poco più di un mese dalle elezioni politiche anticipate, e risalirebbe al secondo posto dietro ai conservatori di Nea Dimokratia (Nd) di Antonis Samaras, che rimane in testa con il 22,5% delle preferenze. Ma dal sondaggio, pubblicato il 1° aprile dal quotidiano Kathimerini, emerge che il 36% dei voti andrebbe alla sinistra contraria alla politica di austerità varata dall'attuale Governo Papademos di unità nazionale: si tratta di un fronte che comprende Syriza (12,5%), i comunisti del Kke (12%) e il nuovo Partito della Sinistra democratica (12%).


Infine, la "Grecia Indipendente" (gruppo di espulsi da Nd) otterrebbe l'8,5% dei voti mentre il partito fascista dell'Alba Dorata raggiungerebbe per la prima volta la soglia del 5% necessaria per entrare in Parlamento.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext