Imprenditore suicida in Veneto. Al centralino una chiamata al giorno.

13/2/2013 lindipendenza.com

 

La notizia è apparsa su il Mattino" di Padova: "Un imprenditore di 54 anni, Albino Mazzaro, si è tolto la vita ieri pomeriggio nella sua azienda.


 

Non ha retto al peso della crisi, alle difficoltà economiche che lo avevano costretto a rallentare la produzione fino a sospenderla, a chiedere la cassa integrazione per la decina di dipendenti e a conoscere i lati più angoscianti della congiuntura economica.


 L'ha fatta finita nel suo ufficio, al termine di una domenica trascorsa a riflettere sui suoi guai e a convincersi che non c'era ormai alcuna via d'uscita. Albino Mazzaro abitava con la moglie a Cadoneghe storica, in via Nazario Sauro 2.


 Con il fratello Claudio era socio della società in nome collettivo Mazzaro Giulio e C. che ha sede in via Regia 32/b a Busa di Vigonza. Un'azienda che si era fatta un nome nella produzione di componenti per biciclette, specializzandosi in seguito nella realizzazione di profilature metalliche per ogni tipo di attività".


Con la crisi che non retrocede e la recessione che avanza, il numero verde anti-suicidi creato dalla Regione Veneto nell'estate 2012 per assistere gli imprenditori in difficolta' per la crisi ha ricevuto finora 395 chiamate, piu' di una al giorno.


 Lo ha reso noto il presidente del Veneto, Luca Zaia. "Possiamo davvero parlare di vite salvate" ha detto il governatore, riferendosi all'assistenza prestata dal pool di psicologici che risponde al numero verde. In 135 casi chi ha chiamato e' stato preso in carico dai servizi sanitari.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Le perle


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext