Giulio Tremonti racconta le origini della crisi - puntata 13 - Servizio Pubblico

Tratto da Youtube.com


Pressione fiscale in Italia: le cifre del record del mondo

06/03/2012 Di Franco Bechis per Libero www.libero.it

Dal 1975 la pressione tributaria è passata da 25,4% al 43,4%: nessun altro Paese peggio di noi. Dal 2000 tutti gli altri hanno tagliato


Detto da lui, significa davvero che il limite non è più superabile. In Italia sui lavoratori dipendenti c'è una pressione fiscale «proibitiva». Parola di Vincenzo Visco, ex ministro delle Finanze dei governi di centrosinistra. La pressione fiscale «è aumentata nel 2011 a causa delle misure discrezionali introdotte, nel 2012 e negli anni successivi supererà il 45%.


La scomparsa dell'individuo

05/03/2012 Di Massimo Fini per Il Fatto

Daniele De Rossi, per essere arrivato con cinque minuti di ritardo alla riunione prepartita, è stato escluso dalla formazione dal suo allenatore, Luis Enrique. I giallorossi hanno poi perso 4-1 con l'Atalanta. Enrique, richiesto se, visto il risultato, avrebbe rifatto la stessa scelta ha risposto: "Sì. Il gruppo viene prima del singolo". La questione travalica il delirio di onnipotenza degli allenatori che si credono dei demiurghi (di gente in grado di rendere competitive squadre di giocatori modesti e persino mediocri conosco solo Hiddink, che portò ai mondiali l'Australia, la Corea ai quarti di finale e con la Russia uccellò l'Olanda del presuntuoso Van Basten; Van Gaal che con l'Aiax di una generazione ben lontana, per classe, da quella dei Neeskens, dei Cruijff e dei Kroll, vinse due Champions e, forse, Capello che con tre fuoriclasse, Van Nistelrooy, Ramos, Casillias e il resto di autentici brocchi scippò col Madrid due campionati di Liga) e della mistica del 'gruppo' che ossessiona il calcio odierno (uno segna quattro goal e all'intervistotatore che si complimenta dice: "Ma no, il merito è del gruppo". Non lo pensa affatto ma così gli impone il 'politically correct' calcistico che è ancora più asfissiante di quello ideologico). E prima di entrare in 'medias res' mi piace anche ricordare che Nereo Rocco, allenatore del Milan, prima di una partita di Coppa dei Campioni (allora si chiamava ancora così), gettò via il gessetto con cui stava disegnando le tattiche sulla lavagna e disse: "Ragazzi, andate in campo e mettetecela tutta".

Verso la Bancarotta: Pressione fiscale al 45%, ed Ŕ solo l'inizio.

04/03/2012 Tratto da Rischiocalcolato.it

Il Diario della Bancarotta Italiana

L'Italia non sta andando in bancarotta perchè lo Stato non è capace di farsi pagare le tasse, la questione dell'evasione fiscale italiana è una barzelletta, la foglia di fico dietro la quale si nasconde una mostruosa e criminale spesa pubblica.

Tutti i partiti politici derivano il potere dalla capacità di drenare risorse economiche da cittadini e imprese per redistribuirle a se stessi e agli amici. Mario Monti è solo l'ultimo pupazzo utilizzato per nascondere i VERI responsabili del disastro economico e sociale a cui stiamo assistendo. Ciò che è cambiato, rispetto alle politiche del vecchio esecutivo sono state una maggiore presentabilità personale del premier e un accondiscendenza supina al volere del sistema bancario europeo, il cui interesse è farsi rimborsare il debito pubblico italiano il più velocemente possibile. 


Tanti Auguri Murray Rothbard

03/03/2012 Di MARCO BOLLETTINO per www.movimentolibertario.com

Oggi, 86 anni fa, nasceva a New York Murray Newton Rothbard, uno studioso straordinario e sicuramente fuori dai canoni, capace di coniugare il pensiero individualista ottocentesco americano di  Lysander Spooner e Benjamin Tucker e la teoria economica austriaca,dando vita a una nuova filosofia politica profondamente legata al concetto di libertà individuale. Economista, storico, filosofo politico, giurista e campione del libertarismo, Murray Rothbard ha combattuto la sua battaglia culturale armato solo di una macchina da scrivere e una sconfinata passione per la libertà.

Balasso economista del governo

Tratto da Youtube.com


Socci: Monti ha abolito Dio e anche il popolo italiano

05/03/2012 Di Antonio Socci per Libero www.antoniosocci.it

Salva-Italia: il governo dà l'ok alle aperture domenicali dei negozi. Così si cancellano i riti sociali e si puniscono i lavoratori più deboli.

onte Mario è una collinetta che sovrasta il Vaticano. Non vorrei che Monti Mario pretendesse di sovrastare Dio stesso, spazzando via, con un codicillo, quattromila anni di civiltà giudaico-cristiana (e pure islamica) imperniata sul giorno del Signore, «Dies Dominicus». Comandamento divino, nel Decalogo di Mosè, che è diventato il ritmo della civiltà anche laica, dappertutto. Perfino in Cina. Il codicillo del governo che «abolisce» Dio (o meglio abolisce il diritto di Dio che è stato il primo embrione dei diritti dell'uomo, come vedremo) è l'articolo 31 del «decreto salva Italia». Dove praticamente si decide che dovunque si possono aprire tutti gli esercizi commerciali 7 giorni su 7 e 24 ore al giorno. Norma che finirà per allargarsi anche all'industria nella quale già è presente questa spinta. Dunque produrre, vendere e comprare a ciclo continuo. Senza più distinzione fra giorni feriali e festivi (Natale compreso), fra giorno e notte, fra mattina e sera.


Mercati finanziari: chi comanda veramente?

01/03/2012 di Alfonso Tour per www.ticinonews.ch

Come funzionano i mercati finanziari? Chi sono i protagonisti? La speculazione ha un nome e un volto?

In questi tempi di crisi i mercati si sono sostituiti ai Parlamenti e soprattutto all'elettorato nel decretare la fine di un Governo e nell'imporre importanti scelte politiche. Ci si può dunque interrogare su chi siano effettivamente questi mercati e come mai siano riusciti ad assumere questo ruolo chiave. Ma soprattutto ci si può chiedere: chi comanda veramente?


Ron Paul, la novitÓ delle elezioni Usa - INTERVISTA A CARLO LOTTIERI

Di Stefano Magli per www.opinione.it

Nuovo libertario o vecchio razzista? La candidatura alla presidenza di Ron Paul divide gli americani, alle prese con i primi voti, in Iowa, delle elezioni interne al Partito Repubblicano. Per il professor Carlo Lottieri, libertario italiano, non ci sono dubbi: Paul non è razzista e se dovesse diventare presidente "L'America tornerebbe a essere l'America: una terra di libertà e di speranze per quanti non credono che la violenza sia un metodo civile, rigettano ogni forma di socialismo, coercizione e tassazione".

Partita la stagione elettorale negli Usa con il caucus dell'Iowa, avanza la prima anomalia. Il candidato oggetto di odio e amore in America è il libertario Ron Paul. I suoi rivali additano la sua vecchia newsletter, carica di rancori e sfumature razziste. Ma il 67% dell'elettorato di Ron Paul è costituito da giovani under-35 repubblicani, che lo vedono come il candidato ideale per liberarsi del vecchio establishment e fare una nuova rivoluzione libertaria.

Ha costruito mezzo mondo ora si dedica a una cantina

04/03/2012 Di Stefano Lorenzetto per Il Giornale

È il vino la passione segreta di Paolo Pizzarotti, il signor Grandi Opere che ha firmato dagli shelter per gli euromissili di Comiso al castello di Eurodisney


Dopo aver costruito per gli altri, in tutto il mondo, case, scuole, ospedali, fabbriche, autostrade, gallerie, ponti, viadotti, passanti, aeroporti civili e militari, stazioni ferroviarie, linee ad alta velocità, metropolitane, tranvie, dighe, acquedotti, centrali idroelettriche e nucleari, impianti fotovoltaici, quartieri fieristici, parcheggi, reti fognarie, carceri, caserme, basi missilistiche, centri commerciali, supermercati, parchi di divertimento e persino il castello della Bella Addormentata che a Parigi è diventato il simbolo di Disneyland, Paolo Pizzarotti ha finalmente edificato un giocattolo tutto per sé ai piedi della Cisa, sui contrafforti appenninici di Ozzano Taro che separano l'Emilia dalla Toscana, quelli che il frate francescano Salimbene de Adam da Parma, nelle sue cronache duecentesche, chiamava «li monti de le vigne», lungo la Via Francigena, dove suo padre Pietro nel 1963 s'era comprato una villa del Settecento che non ha mai fatto in tempo ad abitare.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext