C'Ŕ una nuova specie che s'aggira in libreria: l'autore 'mammone'

7/5/2012 Di Marcello Veneziani per Il Giornale

A vederli tutti insieme, i libri in ricordo di madri e padri scomparsi o che tornano sui passi dell'infanzia, destano qualche fastidio. Dico Fai bei sogni di Massimo Gramellini, Neanche con un morso all'orecchio di Flavio Insinna, L'attimo in cui siamo felici di Valerio Millefoglie che parlano dei loro genitori perduti e altri che aprono la cassaforte dei ricordi domestici, la magia del passato perduto, l'amore per un padre, per una madre, l'incantesimo dell'infanzia.  Ingrandisci immagineFacile accusarli di esibizionismo dei sentimenti più intimi, di narcisismo dolente-affettivo, perfino di sfruttamento dei propri affetti più cari a fini commerciali, e considerarli quasi imprenditori del loro stesso dolore. Ma cos'è questa "lutteratura", questo genere letterario fondato sul proprio lutto, questa orfanità professionale?

Meglio Draghi di Hollande

5/5/2012 di Michele Boldrin per il Fatto

Un alito di speranza attraversa in questi giorni l'Europa mentre, con animo trepidante, tutti (ok, non tutti: molti) guardano al risultato del secondo turno francese augurandosi che il vincitore designato, François Hollande riesca a farcela mandando per sempre a casa l'insopportabile consorte della modella italiana più radical chic e politicamente flessibile di tutti i tempi (speriamo, che al peggio non c'è mai limite).

SIETE CAMERIERI DELLE BANCHE

4/5/2012 Da Youtube - L'ultima parola - PARTITI, BANCHE

I

SAPELLI - DE BORTOLI

DA YOUTUBE - IN ONDA - MONTI E LA CRISI CHE UCCIDE


Sapelli: il nemico Ŕ l'euro, non il debito. Monti? Ignorante

Libre 04 Maggio 2012

Le banche italiane già tutte fallite? Sto solo dicendo che questa grande ondata di liquidità è andata alle banche, non è finita all'economia reale. Questo spiega perché noi siamo davanti a un pericolo di deflazione gravissima: vuol dire che si abbassano i prezzi e nessuno lavora più, le imprese non hanno più nessun interesse a lavorare. E' quello che sta capitando adesso: non hai più marginalità. E un'impresa su tre, dopo Natale, ha chiuso. Quindi: l'ossessione del debito pubblico è una fola degli economisti neoclassici che scrivono sul "Corriere" e dicono cose teoricamente non sostenibili. Nel 2008 dicevano che la crisi non esisteva. Io, avessi detto una cosa così, non sarei più uscito di casa per la vergogna.


LA SVALUTAZIONE MONETARIA ED IL COLLASSO SOCIALE

6/5/2012 Da Movimentolibertario.com

In un recente dibattito televisivo tra Ron Paul e Paul Krugman, il Dr. Paul ha dichiarato, "il professor Krugman sostiene che vogliamo tornare indietro di cento anni con le nostre proposte. Non è vero. Vogliamo migliorare lo stato di cose rispetto a quanto fosse allora. Ma lui invece vuole tornare indietro di 1000 o 2000 anni, proponendo di fare ciò che fecero i Romani e i Greci... cioè svalutare la proprio moneta." Ne L'azione Umana, Ludwig Von Mises spiegò come lo svilimento monetario contribuì alla caduta delle civiltà classiche dell'antichità.


Preghiera del 4/5/2012

4 maggio 2012 Di Camillo Langone per Il Foglio

Che i romani siano obbligati ad ascoltare, almeno per un giorno, tutti i loro beniamini cinetelevisivi parlare con accento di Pordenone. Così capiranno cosa significa, per i non romani, sentire una coppia di Pordenone parlare in romanesco come capita nell'ultimo film di Woody Allen. Probabilmente la colpa non è sua: i cinetelevisivi romani, che non studiano, che ignorano la dizione, che non provano alcun interesse verso le forme di vita extra laziale,

Quando lo zapping si faceva per strada

6/5/2012 Di Marcello Veneziani per il Giornale

 A maggio, nel sud dell'infanzia, sbocciava la tv dal vivo. Facen­do zapping tra le piazze di paese si po­teva assistere al seguente palinsesto

A maggio, nel sud dell'infanzia, sbocciava la tv dal vivo. Facendo zapping tra le piazze di paese si poteva assistere al seguente palinsesto. Per history channel arrivavano i pupi, Rinaldo in campo, spade, ferraglia e grida bellicose: «In guardia fellone».  Ingrandisci immaginePer gli amanti del feuilleton c'era il cantastorie siculo, eloquio dipietresco e storie rappresentate in tele multiple:


Bloomberg batte Fornero due a zero

4/5/2012 Di Oscar Giannino per chicago-blog.it

Sono testuali parole pronunciate dal sindaco di New York Michael Bloomberg, il 24 aprile scorso. Per annunciare il veto alle due delibere assunte dal City Council di New York, in materia di salari minimi e aumenti contributivi per migliorar e il mercato del lavoro. Quando le ho lette, ho pensato immediatamente di dedicarle a Elsa Fornero, il ministro del Lavoro. Perché la batteria di pesantissimi aggravi disposti dalla sua riforma per praticamente tutti i canali di ingresso nel mercato del lavoro diversi dall'assunzione a tempo indeterminato, quegli aggravi sono esattamente la stessa cosa e hanno gli stessi effetti di quelli disposti dal Comune di New York a cui giustamente il sindaco Bloomberg si è opposto.

DI TASSE SI MUORE

6/5/2012 Da Ansa.it

DI TASSE SI MUORE - SONO DEFINITE "ASSOLUTAMENTE DISPERATE E SENZA POSSIBILITÀ DI RECUPERO" LE CONDIZIONI DI PIETRO PAGANELLI, L'UOMO DI 72 ANNI CHE OGGI HA TENTATO IL SUICIDIO A NAPOLI - DA QUALCHE TEMPO AVEVA RICEVUTO UNA CARTELLA ESATTORIALE DI 15MILA EURO E STAMATTINA SI E' SPARATO CON LA SUA PISTOLA. AI SUOI CARI HA LASCIATO UN BIGLIETTO: ''LA DIGNITA' VALE PIU' DELLA VITA''...


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext