DALL'ARCHIVIO - Potenza pedagogica delle fiabe

anno 2007 Maurizio Blondet

  Serge Boimare è direttore pedagogico del «Centro Claude Bernard» di Parigi, un centro «medico-psico-pedagogico» che ha a che fare, come si intuisce, con scolari difficili, socialmente o psichicamente disturbati, ribelli, semi-delinquenti.
Bomaire è un esperto del problema seguente: perché alcuni ragazzi, quando entrano a scuola, cessano o si rifiutano di apprendere?

Prima, da bambini, hanno imparato spontaneamente e con piacere cose difficilissime: camminare, parlare, disegnare.
Perché la scuola li blocca?

Ecco come il direttore Boimare rievoca le sue esperienze in un'intervista a Le Monde (1):

Quirinale, la festa sobria

3/6/2012 dA YOUTUBE.IT


SarÓ la Spagna a farla finita con l'euro?

1/6/2012 Di Michele Boldrin per FQ

Sarà la Spagna a farla finita con l'euro come lo conosciamo, realizzando l'opera non riuscita a portoghesi e greci nonostante questi ultimi ci abbiano tentato (e continuino a tentarci) con ammirevole dedizione? Se mi avessero posto questa domanda nel mezzo dell'estate 2011, quella durante la quale gli italiani fecero inimicizia con lo spread, avrei risposto con un tranquillo "no": la situazione spagnola era grave, lo è dal 2006 infatti, ma non drammatica e c'erano ancora margini relativamente abbondanti per evitare disastri. Ora, devo ammetterlo, non è più così e questo drammatico cambio, che ha cominciato a materializzarsi fra settembre e novembre dell'anno scorso, va compreso ed interpretato perché ha in serbo gravi ed utili lezioni anche per noi, oltre che per tutta l'Europa.

L'ITALIA NELLE MANI DEL BILDERBERG E SOCI

1/6/2012 di Ida Magli per italianieuropei.it

Siamo stretti alla gola, immobilizzati, ridotti alla paralisi davanti a un suicidio al giorno, perché ci troviamo nelle mani di banchieri che non sono soltanto banchieri ma anche membri della Commissione Trilaterale, del Club Bilderberg, dell'Aspen Institute, associazioni massoniche che gestiscono in Europa il potere ai massimi livelli e che non lavorano per noi ma per realizzare il Governo mondiale. L'Italia ne dipende in assoluto perché sono sempre appartenuti a qualcuna di queste associazioni i massimi esponenti dei partiti di sinistra.

Bonus milionari per manager che distruggono valore

1/6/2012 Di Lorenzo Di Lena per linkiesta.it

Nel 2011 Marco Tronchetti Provera è stato il manager più pagato di Piazza Affari con 22 milioni, 907 volte il salario medio di Pirelli. Ma il caso più clamoroso è quello di John Elkann: il suo compenso si è più che quadruplicato mentre è stato distrutto valore per gli azionisti (-35%). Non è un caso isolato. A Piazza Affari le remunerazioni dei massimi dirigenti sono salite del 14% mentre il valore totale per gli azionisti è risultato negativo del 19 per cento. SEGUONO TABELLE

ANCHE BILDERBERG, IL SEGRETO 'CLUB DEI POTENTI DELLA TERRA', ╚ FINITO A BARZELLETTA

1/6/2012 dagospia.com

 IN QUESTE ORE I SIGNORI DI QUESTA SPECTRE MONDIALE (VEDI LISTA COMPLETA DEI PARTECIPANTI) SONO IN RIUNIONE A CHANTILLY, UN PAESINO ACCANTO A WASHINGTON, ASSEDIATI DA CENTINAIA DI 'INDIGNATI' D'AMERICA, PER DECIDERE CHI SARÀ IL PROSSIMO PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI (LA FINANZA, DOPO AVER USATO OBAMA, VUOLE ROMNEY) - 3- MA PER CAPIRE DA CHE PARTE STA LA GRANDE FINANZA AMERICANA, NON C'É BISOGNO DI SVELARE CHISSÀ QUALE CONTENUTO DI RIUNIONI SEGRETE: BASTA SCORRERE I NOMI DEI MAGGIORI SPONSOR DI MITT ROMNEY E DI CHI HA DECISO DI SPENDERE UN MILIARDO DI DOLLARI PUR DI CACCIARE BARACK OBAMA DALLA CASA Bianca - 4- BENE, PENSATE UN PO' CHI TROVIAMO TRA I "CONGIURATI" DE' NOANTRI, TRA BERNABÈ, FULVIO CONTI, "KAKY" ELKANN ED ENRICO LETTA? MA LA MEZZAFUSTA LILLIBOTOX GRUBER! - 4- SE VA AVANTI COSì, LA PROSSIMA VOLTA QUELLI DI BILDERBERG CHIAMERANNO PURE BELEN? -
 


BECHIS FAZIO-SO

1/6/2012 Franco Bechis per 'Libero'

 
- "PER UNA INCHIESTA CHE HA FATTO ACQUA DA QUASI TUTTE LE PARTI, LA BNL È FINITA AI FRANCESI E FAZIO SI È DOVUTO DIMETTERE" - "LA MAGISTRATURA ENTRÒ A PIEDI UNITI (E SENZA RAGIONI) IN UNA VICENDA FINANZIARIA PER MODIFICARNE IL CORSO, COME VOLEVA IL GRUPPO DI INTERESSI POLITICO-ECONOMICI INTORNO A RCS-CORRIERE DELLA SERA" - NELLA SENTENZA UNA SOLA DOPPIA CONDANNA, E UN SOLO FATTO ILLECITO: QUELLO DELLE TELEFONATE FRA CONSORTE E I VERTICI DEI DS....

In Cile un terremoto di grado 6 non provoca danni

1 Giugno 2012 di Olivier Turquet da www.ilcambiamento.it

In Italia un sisma di magnitudo inferiore a 6 gradi della scala Richter è capace di seminare morte e distruzione, come dimostra la drammatica situazione in cui si trova l'Emilia. È lo stesso anche nelle altre parti del mondo? Olivier Turquet lo ha chiesto alla direttrice di 'Pressenza' Pia Figueroa, che, come tutti i cileni, convive con i terremoti sin dall'infanzia.-


"Il terremoto, come la morte, non avverte. Solo arriva. Bisogna dunque essere sempre pronti"


Pia, tu hai vissuto anche un periodo della tua vita in Italia e quindi sei in grado di fare paragoni: qual è la più sensibile differenza tra l'Italia e il Cile su questo tema?


TERREMOTI IN EMILIA ľ FRACKING ALL'ORIGINE DEL SISMA ?

31/5/2012 da comedonchisciotte.com

I geologi stanno studiando gli effetti e soprattutto le cause dello sciame sismico che ha colpito, e sta colpendo, la regione emiliana e non solo. Per la precisione, sotto la lente di ingrandimento degli esperti vi è quella che tecnicamente viene definita la Dorsale Ferrarese.

Gli scienziati dell'USGS - il Servizio Geologico statunitense - hanno ricatalogato in magnitudo 6.0, dal 5.9, quella che originariamente è stata la scossa principale dello scorso 20 maggio, con ipocentro a 5,1 km di profondità (inizialmente creduto 10,1 km).

Il sogno di Silvio e i becchini virtuali

1/6/2012 Di Marcello Veneziani per Il Giornale

Il titolo è furbo e azzeccato: battezzare «il sogno degli italiani» la statua di Berlusconi che riposa in una teca di vetro da un verso allude a come è finito il sogno berlusconiano di tanti italiani e dall'altra rappresenta il sogno degli antiberlusconiani di vederlo morto. Quel catafalco è l'apoteosi figurata di una guerra civile vissuta ma mai avvenuta davvero tra chi ha amato Berlusconi e chi voleva eliminarlo. Allestire quella finta reliquia davanti a Palazzo Chigi, a parte il kitsch, evoca il mausoleo di Lenin davanti al Cremlino; ma in versione farsesca. Trattandosi del re della fiction, del reality e dello spettacolo, la morte del Cav è trasfigurata nel sogno ed è essa stessa finta, perché Berlusconi è vivo. La messinscena sulla morte funziona proprio perché Berlusconi rappresenta la vitalità e il suo eccesso. Nel caso di Monti e altri zombie, la trovata artistica sarebbe rappresentarli da vivi... Comunque un feretro da vivo allunga la vita.

Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext