6 giugno 2012 PREGHIERA

6/6/2012 DI CAMILLO LANGONE

Dieci noti attori (Castellitto, Gassman iunior, Girone, Papaleo, Solfrizzi, eccetera) hanno scritto una lettera per Emma Bonino presidente. L'italiano dell'appello pubblicato dal Corriere è pessimo (Gassman senior ne sarebbe rimasto disgustato) ma il ragionamento non è altrettanto balordo. La politica pannelliana meriterebbe il Quirinale siccome il suo profilo è "perfetto per rappresentare l'immagine della nostra gente del mondo".

Il Grillo parlante e la destra mancante

6/6/2012 di MARCELLO VENEZIANI PER IL GIORNALE

 Grillo attirerà esuli di Bossi, di Tonino e i proiettili vaganti dell'estremismo di cen­tro staccatisi dal berlusconismo...

Il presentatore del circo, Zurlì Mentana, annuncia godurioso e spaventato che i grillini sfiorano il 20% e s'appaiano all'ex partito di maggioranza, il Pdl.


Che brivido, che eccitazione. Intanto il record personale di Mentana, in tutto il tg ha detto trenta volte «clamoroso»; anche se vede un cane che fa pipì per lui è clamoroso. Ma quel che turba è l'avanzata di Grillo.

Sembra una favola di Fedro o Esopo, scegliete voi: avete presente la rana e il bue? Qui siamo al grillo e al bue, il grillo si gonfia come un bue e allo stesso tempo il bue s'affloscia e si rimpicciolisce come un grillo. Poi magari il grillone scoppia, come la rana. Il bue non si sa: si faranno lacerti o duplicati?


Chiudiamo l'AGCOM

6/6/2012 da Beppegrillo.it

Alla fine arrivano i nostri, ma vincono sempre i loro. In questi giorni scadono i mandati del Consiglio e del Presidente per l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni. L'AGCOM è nata per (non rotolatevi dalle risate) assicurare la corretta competizione degli operatori sul mercato e  tutelare il pluralismo e le libertà fondamentali dei cittadini nel settore delle comunicazioni e radiotelevisivo. Chi elegge il consiglio di cinque membri dell'AGCOM? I partiti, nella fattispecie i segretari di partito che dettano la linea ai parlamentari. Nella migliore tradizione inciucista PDL e Pdmenoelle con la mosca cocchiera dell'UDC, decidono di spartirsi le poltrone del nuovo consiglio dell'AGCOM. Fin qui nella norma della Seconda Repubblica.

PERCHE' GLI ECONOMISTI CHE CI GOVERNANO NON HANNO SAPUTO PREVEDERE LA CRISI

6/6/2012 di ROBERTO GORINI PER MOVIMENTOLIBERTARIO.COM

Oggi gli economisti governano il mondo. Sono a capo delle Banche Centrali, e sempre più sono a capo anche delle istituzioni pubbliche e dei governi, come in Italia. La crisi economica è oggi il principale problema, e quindi è naturale che siano chiamati gli "esperti" a risolverla, ma è interessante scoprire che in realtà è proprio colpa loro e dei loro inefficaci modelli matematici se oggi ci troviamo in queste condizioni.

LILLI GRUBER - DOPO GLI ''ABUSI'' SUL VOLTO, GLI ABUSI EDILIZI

6/6/2012 Gianluca Roselli per 'Libero'

- SIGILLI ALLA PORTA E DENUNCIA PER OCCUPAZIONE ABUSIVA DI SPIAGGIA PUBBLICA PER LILLIBOTOX GRUBER - CHI L'AVREBBE DETTO CHE LA ‘ROSSA' PASIONARIA AVEVA UNA SPLENDIDA VILLA IN SARDEGNA?: MURATURA IN PIETRA, PISCINA, SCIVOLO IN ACQUA, PORTICCIOLO E SCALA IN FERRO BATTUTO CHE DALLA SPIAGGIA ARRIVA ALLA PORTA - "ABUSO EDILIZIO? LE OPERE SONO RISALENTI A TEMPI IMMEMORABILI"...

1- LA PALOMBA TIRA FUORI LE UNGHIE E SI TRASFORMA IN UN AVVOLTOIO

6/6/2012 di Barbara Palombelli per Il Foglio

DAL 1991 ‘LA REPUBBLICA' È STATA SOTTO INCHIESTA FISCALE E POI PENALE CONDANNATA A PAGARE 230 MILIONI. EPPURE LA QUESTIONE È STATA CUSTODITA MEGLIO DEL SEGRETO DI FATIMA"- 2- "MI SAREI ASPETTATA UNA PRESA DI POSIZIONE DELLE FORMAZIONI PSEUDOPOLITICHE CHE GRAVITANO ATTORNO AL GRUPPO EDITORIALE. O ALMENO QUALCHE RIGA DA PARTE DEGLI EDITORIALISTI DELLE VARIE SOCIETÀ CIVILI. E INVECE, UN SILENZIO DI TOMBA HA AVVOLTO L'INTERA VICENDA, COME SE FOSSE CAPITATA IN SOGNO. EVIDENTEMENTE, I DURI E PURI SANNO REAGIRE CON GRANDE ELEGANZA" (IL SISTEMA FU MESSO IN PIEDI DA UN BOCCONIANO OGGI AL VERTICE DI UN ISTITUTO BANCARIO MOLTO IMPORTANTE
-

BENTORNATO INCIUCIO

6/6/2012 DA DAGOSPIA.COM (ANSA)

- APPENA SI PARLA DI NOMINE E POLTRONE, IL PD BUTTA A MARE VENDOLA E DI PIETRO E SI ACCORDA CON CASINI E I BERLUSCONES: LA CAMERA NOMINA DECINA E MARTUSCIELLO ALL'AGCOM, ALLA PRIVACY VANNO SORO E BIANCHI CLERICI - OPPOSIZIONE DA RADICALI, IDV E PERFINO API: "LOTTIZZAZIONE SENZA TRASPARENZA" - DI PIETRO E VENDOLA: PD COMPLICE DEI VECCHI SISTEMI DI POTERE"...

FRASI ED AFORISMI

NIETSCHE

Le cose migliori furono diffamate, perché i deboli o dei maiali ingordivi gettarono una cattiva luce. E gli uomini migliori rimasero nascosti, spesso ignoti a se stessi


C'è sempre un grano di pazzia nell'amore, così come c'è sempre un grano di logica nella follia.


io crederei all'esistenza del Salvatore se voi aveste una faccia da salvati.


Bisogna avere ancora un caos dentro di sè per partorire una stella danzante.


Certe madri hanno bisogno di figli infelici, altrimenti la loro bontà di madri non può manifestarsi.

Che cosa è verità? Inerzia; l'ipotesi che ci rende soddisfatti; il minimo dispendio di forza intellettuale.


Che differenza resta tra un convinto e un ingannato? Nessuna, se è stato ben ingannato.


Chi deve essere un creatore, non fa che distruggere.


La differenza tra i morti in Siria e in Afghanistan

5/6/2012 DI MASSIMO FINI PER IL GAZZETTINO

 Non credo a una sola parola delle notizie che da un anno ci giungono dalla Siria. Non credo nemmeno alla strage dei bambini perpetrata a Hula dai mezzi pesanti di Bashar Assad. Non che quella carneficina non vi sia stata, dubbio è che la responsabilità sia delle truppe del regime. Il capo dei caschi blu Robert Mood ha dichiarato che "le circostanze che hanno portato a queste tragiche morti sono ancora poco chiare". Si potrebbe benissimo trattare di una provocazione degli insorti per indurre le Nazioni Unite a a intervenire nella guerra civile serpeggiante in Siria.

SVIZZERA: ALTRO CHE CRISI, LA CRESCITA CONTINUA

5/6/2012 da lindipendenza.com

Altro che crisi: l'economia elvetica continuerà a crescere, approfittando anche dei problemi dell'euro. Ne è convinto il direttore del Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (Kof) Jan-Egbert Sturm, che non vede nero nemmeno per l'insieme del continente: l'uscita della Grecia dalla moneta unica potrebbe dare una nuova prospettiva al paese, stabilizzando tutta l'Eurozona.

Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext