DALL'ARCHIVIO - San Gennaro: il sangue Ŕ vero il miracolo forse

ANNO 2005 Vittorio Messori per il Corriere della Sera

Tra i guai dell'età c'è la noia del déja-vu . La noia, cioè, che coglie davanti ai rituali  ricorrenti cui i media danno voce. Periodicamente, qualcuno annuncia alle agenzie di  avere scoperto come ottenere una Sindone eguale a quella di Torino. Di solito, arroventando una statua e sovrapponendole un lenzuolo. Senza spiegarci, tra l'altro, come mai un artista tale da ingelosire un Michelangelo o un Donatello, un genio in grado di scolpire o fondere un'immagine eccelsa come quella sindonica, si sia ridotto a fare l'anonimo falsario di reliquie, invece di diventare ricco e famoso alla corte di papi e imperatori.

Ma, periodicamente, ecco anche il chimico che proclama di avere trovato la formula di una sostanza eguale al presunto "sangue di San Gennaro". Il tedio, nel mio caso, è aggravato da una situazione singolare: mi trovo, infatti, tra i pochi laici che, un 19 di settembre, abbiano potuto stare al fianco dell'arcivescovo di Napoli -era allora il cardinal Corrado Ursi- che, sull'altare del duomo di Napoli, impugnava lo splendido reliquiario mentre il sangue "ribolliva".


RISANAMENTO ITALIANO

26/7/2012 Di Eugenio Benetazzo per eugeniobenetazzo.com

Se volete limitare i danni in questa fase epocale per il nostro paese, evitando di vivere i prossimi anni in piena depressione economica, allora non ci sono tante soluzioni, ma solo una: sospendere la democrazia per qualche anno e affidarci a un regime totalitario, decidete voi se preferite uno di sinistra o uno di destra. Tutto il resto sarà pura perdita di tempo, portando ad un aggravamento ulteriormente delle condizioni di salute della nazione. MI rendo conto che questa affermazione scatenerà l'ira e il disprezzo di molti lettori e supporter, ma se vuoi fare del bene, a volte devi iniziare facendo del male. Non che sia sia entusiasta di questa soluzione, ma l'operazione che mi sento di battezzare Risanamento Italiano (se effettivamente venisse realizzata) potrebbe gettare le basi per una lenta guarigione del nostro paese. Le rincuoranti affermazioni di BCE sulla sostenibilità dell'Euro fanno presagire proprio al peggio, forse adesso dopo il voto greco e l'incendio in corso in Spagna ci si rende conto che non si potrà continuare a nascondere la verità: qualcuno dovrà fallire e dichiarare bancarotta, non so se sarà la Spagna, la Grecia, o la Germania per voce della sua tanto desiderata creatura, l'euro.

DALL'ARCHIVIO - Come nacque il capitalismo lombardo. E l'inglese

Maurizio Blondet - effedieffe.com

Milano non era priva di capacità imprenditoriali nemmeno nel ‘600: al centro di una pianura fertilissima, in posizione impareggiabile all'incrocio di grandi vie di comunicazione (fra cui la rete dei canali navigabili o Navigli, «strade che camminano», come disse Colbert), ricca di una manodopera gran lavoratrice, spadari e speronari che esportavano armi di lusso - nessun re di Francia o principe europeo poteva rinunciare ad un'armatura milanese da parata, ageminata d'oro e d'argento - e di tessitori capaci di produrre sia panni di lana per acquirenti modesti, ma anche damaschi, sete, «nastri vaporosi» e passamanerie in oro filato: di questi, nel 1620 Milano era la prima esportatrice verso la Francia, almeno fino a quando i governatori spagnoli non riuscirono a rovinare questa prima industria del lusso italiano imponendo - nell'idea dissennata di trattenere l'oro nei dominii di Spagna - una tassa punitiva sulle esportazioni: nel 1640, i quarantamila lavoranti di fili d'oro s'erano ridotti alla metà.

Articolo Fondamentale: L'European Redemption Fund, Ŕ quasi-RealtÓ ( la Pietanza Tedesca di cui non si parla Mai)

27 luglio 2012 Di FunnyKing PER rischiocalcolato.it

E' incredibile che non se ne parli MAI su nessun media sussidiato, forse non sapete che il famoso Redemption Fund a Settembre con tutta probabilità sarà approvato definitivamente dalla UE e sarà pronto per la ratifica nei singoli paesi.

Ok ricominciamo da capo, cosa è esattamente il Redemption Fund?


European redemption fund

....... tale teorizzazione è stata sostenuta in primis lo scorso novembre dai cosiddetti Cinque Saggi del Consiglio Economico (massimo organo tedesco di consulenza macroeconomica e fiscale che gode, fra l'altro, anche della piena considerazione del Cancelliere Angela Merkel), ed è stata rilanciata recentemente dal partito socialdemocratico e dai verdi. Tale proposta non è troppo dissimile da quella fatta qualche tempo fa in Italia dal politico ed economista Vincenzo Visco (www.nens.it/_public-file/VISCO.TAMTAM.7.10.2011.pdf).


Scie Chimiche sulla TV Tedesca (RTL-TV)

DA YOUTUBE.IT


Cambiare la Politica, Fermare il Declino, Tornare a Crescere

MANIFESTO - PROMOTORI; Michele Boldrin, Sandro Brusco, Alessandro De Nicola, Oscar Giannino, Andrea Moro, Carlo Stagnaro, Luigi Zingales

Dobbiamo fermare il declino italiano, di cui la crisi finanziaria è solo un'aggravante


La classe politica emersa dalla crisi del 1992-94 - tranne poche eccezioni individuali - ha fallito: deve essere sostituita perché è parte e causa di quel declino sociale che vogliamo fermare. L'Italia può e vuole crescere nuovamente.

Per farlo deve generare mobilità sociale e competizione, rimettendo al centro lavoro, professionalità, libera iniziativa e merito individuale. Affinché l'interesse di chi lavora - o cerca di farlo, come i giovani e tante donne - diventi priorità bisogna smantellare la rete di monopoli e privilegi che paralizzano il paese. I problemi odierni sono gli stessi di vent'anni fa, solo incancreniti: l'inefficienza dell'apparato pubblico e il peso delle tasse che lo finanziano stanno stremando l'Italia. Perdendo lavoro e aziende, migliaia di persone non sono più in grado di produrre e milioni di giovani non lo saranno mai.


Giannino scende in campo 'Un partito in autunno'

28/7/2012 DA LIBERO

I

l giornalista: "Se ci saranno le condizioni siamo pronti". Obiettivo: meno tasse, più merito


Meno spese e meno tasse, più merito e liberalizzazioni. Oscar Giannino scende in campo e pubblica il suo manifesto politico "Fermare il declino", in vista di un partito che, se ci saranno tutte le condizioni, potrebbe nascere già il prossimo autunnoIl punto di partenza è che  "la classe politica emersa dalla crisi del 1992-94 ha fallito" e "deve essere sostituita". Per crescere l'Italia, spiega il giornalista, "deve generare mobilità sociale e competizione, rimettendo al centro lavoro, professionalità, libera iniziativa e merito individuale". E deve necessariamente "smantellare la rete di monopoli e privilegi che paralizzano il paese".


Oscar Giannino fonda un partito?

Domenico Ferrara - Sab, 28/07/2012 -per il Giornale

 Su sei quotidiani, oggi viene pubblicato un manifesto con tanto di dieci proposte per riformare l'Italia, soprattutto in materia economica. Ma non solo. Dieci proposte per "una nuova forza politica"


Le premesse ci sono tutte. E le intenzioni anche. Oscar Giannino, nonostante abbia più volte sorriso al malpensante che insinuava una sua discesa in politica, pare fare sul serio. Lo dimostra un appello pubblicato oggi su sei quotidiani (Mattino, Messaggero, Fatto Quotidiano, Foglio, Gazzettino e Sole 24 Ore) e sul sito internet fermareildeclino.it. 


Un manifesto con tanto di dieci proposte per riforma l'Italia, soprattutto in materia economica.


VIGNETTE DAL WEB

luglio 2012


IDA MAGLI SEI TUTTI NOI!

27/7/2012 Andrea Morigi per 'Libero' - dagospia.com

- "MACCHÈ PROFESSORE, MONTI HA INSEGNATO A TRENTO NEL '69, CHE È UGUALE ALLA LAUREA DEL TROTA IN ALBANIA" - "IL CRAC DELL'EURO L'AVEVO ANNUNCIATO NEL '96: È UN GOLPE PER LEVARE POTERE AI POPOLI E CONSEGNARLO A BUROCRATI E BANCHIERI EUROPEI. A OGNI CRISI, CHIEDONO "PIÙ EUROPA". MA IL PROBLEMA È CHE LA MONETA NON PUÒ ESSERE SGANCIATA DA UNO STATO. E LA BCE È UNA BANCA FASULLA"...

Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext