Basta criticare la Merkel, i tedeschi con l'euro ci hanno solo perso

15/5/2012 Di Michele Boldrin per linkiesta.com

Dall'introduzione dell'euro, la Germania ci ha guadagnato ben poco, al contrario di quasi tutti gli altri Paesi. I quali, dalla metà degli anni '90 sino al 2007, grazie all'ancora tedesca, videro abbassarsi rapidamente i tassi d'interesse reali sul loro debito. Ora si dà alla Merkel la colpa dell'austerity, ma è l'Italia che ha aumentato la spesa pubblica fino a bruciare l'indebito vantaggio che aveva. 

Appartengo a quella sempre più sparuta minoranza che ritiene un gravissimo errore sia attribuire la responsabilità della crisi del debito sovrano europeo alla creazione dell'Euro, sia incolpare la politica economica tedesca per le situazioni di difficoltà in cui svariati paesi europei, quelli mediterranei in particolare, si son venuti a trovare negli ultimi anni. L'imbarazzante tarantolata collettiva in corso sulla stampa nazionale (alla quale questo giornale non ha purtroppo ritenuto opportuno sottrarsi) sembra voler esorcizzare il male, attribuendolo alla strega teutonica e ad una serie di patetiche balle storiche, invece di riconoscerne le cause endogene documentate da fatti e statistiche.


Il fine non sempre giustifica la tassa

15/5/2012 Di Alberto Mingardi per la Stampa

Caro direttore, in tema di tasse, serve un fine per giustificare i mezzi? Il ministro della Salute Balduzzi sta coltivando un'ipotesi di tassazione del «junk food». Il ministro sostiene che la sua priorità è quella di lanciare un messaggio «culturale»: prima la salute, poi la cassa. Ma è attraverso le tasse che si danno «messaggi culturali»?

È lecito avere qualche dubbio sia sull'appropriatezza del mezzo, sia sulla natura del messaggio, dal momento che non c'è accordo su che cosa sia «junk food» e cosa no: ambiguità utilissima per ricalibrare, come è accaduto anche negli scorsi mesi, i contorni della nuova imposta.

Di fatto, la proposta avanzata da Balduzzi si limita a un aggravio su superalcolici (5 centesimi) e bevande gassate (3 centesimi). Gli uni e le altre hanno un alto contenuto calorico. Implicitamente, si suggerisce che la tassa sul «junk food» avrebbe l'effetto di riparare al danno arrecato alle casse pubbliche dall'obesità, fattore di rischio per tutta una serie di malattie.


CI AVETE ROTTO LE TASSE

15/5/2012 Di Franco Bechis per Libero

CI AVETE ROTTO LE TASSE! - L'ULTIMA DEL FISCO? TRASMETTERE ENTRO 30 GIORNI (CHE DIVENTANO POCHE ORE VISTO CHE LE POSTE HANNO INVIATO LA NOTIFICA IN RITARDO) TUTTE LE DETRAZIONI FISCALI OTTENUTE DAL 2008 AL 2010, PENA ESSERE CONSIDERATI EVASORI E DOVER RESTITUIRE I SOLDI CON GLI INTERESSI - UNA ‘MISSIONE IMPOSSIBILE' PERSINO PER I COMMERCIALISTI DI PROFESSIONE, SENZA CONTARE CHE LA LEGGE PREVEDE UN MINIMO DI 60 GIORNI PER I NUOVI ADEMPIMENTI FISCALI...

«La Grecia come Weimar? Oggi l'Europa ha più colpe»

14/5/2012 LINKIESTA.COM intervista a Franco Cardini

Lo storico Franco Cardini analizza la crisi ellenica: «Il pericolo per Atene è l'ottusità di Bruxelles più che i neo-nazisti di Alba Dorata. L'Ue prima chiede sacrifici poi alle prime difficoltà ti scarica. In mezzo secolo l'Europa non è diventata una patria. E ci si sacrifica per una patria, non certo per una banca».

Giornata cruciale, forse decisiva per la Grecia. Il futuro della più antica democrazia politica si decide nella disperata corsa contro il tempo promossa dal capo dello Stato, l'ottantaduenne Karolos Papoulias, per dare vita a un governo di responsabilità nazionale imperniato sull'alleanza tra i conservatori di Nea Dimokratia, i socialisti del Pasok, Sinistra Democratica e i populisti euroscettici dei Greci Indipendenti.


UN UOMO SENZA FINI

16/5/2012 Di Pietrangelo Buttafuoco per il Foglio

UN UOMO SENZA FINI - BUTTAFUOCO BRUCIA GIANFRY: "IL SUO MODO DI BUTTARSI ALLE SPALLE UNA STORIA È STATO IL PEGGIORE DI TUTTI I MODI. L'ANTIFASCISMO NON È OMEOPATIA, È UN VELENO - COME I PARVENU CHE RAGLIANO AL CIELO LA PROPRIA FESTOSA MUTAZIONE, CONTINUA A CAMBIARE FINO A DIVENTARE UNO SCARTO DI CASINI - HA GETTATO NEL CESSO UN MONDO FATTO DI ALMENO TRE MILIONI DI ITALIANI"...

CASTA CANTA!

15/5/2012 dI mATTIA fELTRI PER LA sTAMPA

CASTA CANTA! - QUANDO FINALMENTE A MONTECITORIO SI COMINCIA A PARLARE "DELL'EPOCALE RIFORMA", CIOÈ DEL TAGLIO DEI RIMBORSI ELETTORALI AI PARTITI, IN AULA SI PRESENTANO IN 15 - LA PERCENTUALE DEGLI ONOREVOLI PRESENTI ANDAVA DALL'1,5 AL 2,3 DEGLI ELETTI, CHE AVANTI DI QUESTO PASSO SARÀ ANCHE LA PERCENTUALE DEI LORO PARTITI ALLE PROSSIME ELEZIONI - E GRILLO GODE...

DALL'ARCHIVIO - Mentre noi ci rivoltoliamo

ANNO 2006 Di Maurizio Blondet

Non m'intendo di calcio.
Ma ho dovuto assistere un paio di volte a certe partite di scolaretti, in campi domenicali (i ragazzini, mascherati con l'intero corredo nuovo fiammante di veri calciatori, parevano nani), ed ho visto e sentito padri fare il «tifo» all'italiana.
Con gli occhi fuori dalle orbite, ne ho sentito qualcuno urlare al figlio dodicenne: «spaccagli le gambe!», indicando un avversario.
Ogni fallo (si chiamano così?) veniva difeso o contestato da padri di campi avversi, paonazzi, le vene del collo gonfiate, pronti a venire alle mani.
Insomma, persino in quelle partite da ragazzi, non contava partecipare e, semplicemente, divertirsi facendo un po' di moto.

LA BANCA D'ITALIA VARA UN ALTRO GRANDE FRATELLO

14/5/2012 Francesco De Dominicis per 'Libero'

1- CON LA "SCUSA" DELL'ANTIRICICLAGGIO E DELLA LOTTA ALL'EVASIONE FISCALE, LA BANCA D'ITALIA DI IGNAZIO VISCO VARA UN ALTRO GRANDE FRATELLO DEI CONTI CORRENTI - 2- COSÌ ALLO SPORTELLO SCATTA UNA VERA E PROPRIA RIVOLUZIONE: BASTERÀ FARE UN PO' DI PRELIEVI IN CONTANTE DI IMPORTI ELEVATI (E TUTTAVIA ANCORA LECITI) E CORRERE IL RISCHIO DI ESSERE "SCHEDATI" E SEGNALATI AL CERVELLONE DELLA FINANZA - 3- CONTROLLI A RAFFICA SUI CONTI CORRENTI DELLE PERSONE FISICHE, VERIFICHE A TAPPETO SULLE OPERAZIONI CON L'ESTERO E LISTA NERA DELLE ATTIVITÀ PIÙ A RISCHIO - 4- ARRIVA LA BLACK LIST DI PALAZZO KOCH: SCHEDATI GIOIELLERI, IMMOBILIARISTI, CONCESSIONARI D'AUTO, GALLERIE D'ARTE, OPERATORI DI E-COMMERCE, DI COMPUTER E CELLULARI -
 


APOCALYPSE MURDOCH' - 11° PUNTATA

14/5/2012 DI GLAUCO BENIGNI per dagospia.com

1968: UN CANGURO ALLA CONQUISTA DI LONDRA - L'INIZIO (E LA FINE?): IL "FURTO" DEL "NEWS OF THE WORLD" E IL PRIMO SCONTRO FRA "I DUELLANTI" RUPERT MURDOCH E ROBERT MAXWELL - IL SALVATAGGIO E L'ACQUISIZIONE DEL "SUN" GRAZIE ALL'AMICIZIA CON I CONSERVATORI - LA RICETTA VINCENTE: TETTE, CULI, VECCHI SCANDALI, NOTIZIE INVENTATE - LO SGUARDO VERSO GLI USA...

RISCALDAMENTO GLOBALE: ECCO LE 10 TESI CHE SCAGIONANO L'UOMO

14/5/2012 Da lindipendenza.com

Traduzione di LUCA FUSARI

Poche questioni al mondo sono fonte di accesi dibattiti infervorati come la questione della teoria del riscaldamento globale antropogenico (AGW).
E' una follia usare il termine "cambiamento climatico" in quanto il clima è eternamente in uno stato di cambiamento naturale, dove anche un bambino è in grado di riconoscere le quattro stagioni. ln ogni caso ci atterremo ad usare il termine originale utilizzato comunemente dagli estremisti ambientali.


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext