Formigoni non è un frutto tropicale

04/4/2012 Di Marcello Veneziani per il Giornale

Ma dove compra quelle camicie honolulu baby il Formigoni? E, soprattutto, dove trova il coraggio di indossarle con spavalderia, come anche lunedì in tv da Bertolino? Mistero della fede.

Roberto Formigoni Ingrandisci immagine

Solo un'operazione martirio può spiegare l'uso di quelle camicie tropicali da gaio governatore dei Caraibi. Sarà un nuovo ordine religioso, che so, i Domenicani Variopinti, passati dalle tonache in bianco e nero al colore, o i Francescani Pacchiani, passati dai fioretti alle fioriere. O avrà fondato i Papaya Boys... Non capisco il movente.

Escludo che gli piacciano, ho troppa stima di lui per ritenere che ami vestirsi da uovo di Pasqua. Lo fa perché vuole lanciare un messaggio: che casto non vuol dire mesto, che si può credere in Dio e in Cl, amministrare la Lombardia e non vestire a lutto o essere grigi ma sgargianti. O vuol farsi giovialone, magari per allentare il tono muscolare del suo linguaggio. Vestendosi da giardino vivente, vuole bucare il video ma ci buca pure la retina: non puoi esporti a lungo alla sua vista senza occhiali da sole.


Sfacchinate, Maledetti Contribuenti Evasori! Dovete Mantenere Milioni di Statali! Ecco le Cifre

4/4/2012 Di Giuseppe Sandro Mela per Rischiocalcolato.it

 Ogni Stato ha i suoi segreti più gelosamente custoditi. Le potenze nucleari se ne guardano bene dal divulgare forze e schieramenti e, men che mai, le chiavi dei loro cifrari. I cinesi duplicano le sigle dei loro aerei per confondere le idee, lasciando credere di aver solo ferraglia. E così via.

Anche lo Stato italiano ha il suo segreto: il numero ed il costo dei dipendenti pubblici. I dati disponibili sono frammentari e confusi, anche perché sotto la generica dizione di "dipendente pubblico" si cela una camaleontica varietà dei più disparati rapporti contrattuali. E le statistiche sono quasi esclusivamente prodotte per singole categorie.


Di recente, la Ragioneria Generale dello Stato ha reso pubblico un documento, il Conto annuale 2008-2009-2010, nel quale riporta una serie interessante di tabelle relative al solo Personale a tempo indeterminato. Ne riportiamo qui a seguito un estratto.


CASTRARE LA CASTA

4/4/2012 Di Sergio Rizzo per il 'Corriere della Sera'-Tratto da dagospia.com

CASTRARE LA CASTA - I FINANZIAMENTI PUBBLICI AI PARTITI, ABOLITI CON UN REFERENDUM NEL 1993, ADESSO SI CHIAMANO "RIMBORSI ELETTORALI", E PER LEGGE POSSONO ESSERE EROGATI ANCHE IN CASO DI SCIOGLIMENTO DELLE CAMERE - NELLE CASSE DEI PARTITI ENTRANO SOMME BEN MAGGIORI DI QUELLE NECESSARIE A COPRIRE LE SPESE: LA LEGA AD ESEMPIO HA SPESO 3,5 MLN, INCASSANDONE 41 - GRAZIE A VARI MEZZUCCI, DAL 1974 A OGGI, I PARTITI SI SONO INTASCATI ALMENO 10 MILIARDI €...

Sergio Rizzo per il "Corriere della Sera"


«Che cosa ne facciamo di tutti quei soldi?" Questo chiede Giancarlo Pagliarini, il 16 novembre del 2006, in una lettera indirizzata a Umberto Bossi, Roberto Calderoli e allo stato maggiore della Lega Nord. E quell'imbarazzante interrogativo, precisa l'ex ministro leghista, non è suo. «È una domanda», scrive nella lettera che ha rivelato Paolo Bracalini nel libro Partiti s.p.a. edito da Ponte alle Grazie, «che mi hanno fatto dei militanti». I quali si dovranno rassegnare. Non avranno mai una risposta. Come non l'avrà neppure Pagliarini: un anno dopo lascerà la Lega.


MISTERI DELLA CONCORDIA

04/04/2012 Di Rita Pennarola per 'la Voce delle Voci' - Tratto da dagospia.com

MISTERI DELLA CONCORDIA - A TRE MESI DAL NAUFRAGIO VENGONO A GALLA NOMI E FATTI IMPRESSIONANTI - "LA VOCE DELLE VOCI": NELLE CARTE SULLA P3 IL NOME DEL PM DI GROSSETO CHE INDAGA SUL DISASTRO - LA TESTIMONIANZA DI UN TURISTA SPAGNOLO SUI TRAFFICI DURANTE GLI ACCOSTAMENTI ALL'ISOLA - LA STRANA PARTNERSHIP (POI RITIRATA) FRA MSC E UN'IMPRESA DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA CESARO - LANNUTTI: "BISOGNA INDAGARE SU UNA POSSIBILE UNIONE TRA LE ROTTE DELLE NAVI DA CROCIERA E I TRAFFICI DI DROGA DELLA CAMORRA"...


 voi ve lo ricordate quel famoso convegno di settembre 2009 al Forte Village, in Sardegna, sull'attuazione del federalismo fiscale? Chi sicuramente non l'ha dimenticato sono stati quei governatori e sindaci, come Roberto Formigoni e Gianni Alemanno, i quali per aver preso parte all'iniziativa si ritrovarono dentro le carte dell'inchiesta sulla Cricca P3, visto che fra le guest star della due giorni c'era Giacomo Caliendo, all'epoca potente sottosegretario di Stato alla Giustizia nel governo Berlusconi, insieme a numerosi altri vip che sarebbero poi stati indagati, come il primo presidente di Cassazione Vincenzo Carbone.


SENZA VERGOGNA, L'ENNESIMA MARCHETTA DEI PROF. AI BANCHIERI E AI LORO DERIVATI

04/04/2012 Di Gian Battista Bozzo per 'il Giornale' - Tratto da Dagospia.com

SENZA VERGOGNA, L'ENNESIMA MARCHETTA DEI PROF. AI BANCHIERI E AI LORO DERIVATI - L'IMU DOVRANNO PAGARLA LE PARROCCHIE E GLI ANZIANI, MA LE FONDAZIONI BANCARIE CONTINUERANNO A ESSERE ESENTI PERCHÉ, "LE BANCHE E LE LORO FONDAZIONI SONO ASSOCIAZIONI BENEFICHE" - SUGLI IMMOBILI, LA RATA DI GIUGNO SARÀ QUELLA SOLITA, È DA DICEMBRE CHE SCATTERÀ LA NUOVA IMPOSTA "PESANTE" - FELICI I COMMERCIANTI PER LA CANCELLAZIONE DELLA "BLACK LIST" DEGLI EVASORI...


L'ultimo tentativo per far pagare l'Imu alle Fondazioni bancarie è abortito alle commissioni Bilancio e Finanze del Senato, dove ieri è stato approvato il decreto fiscale. Un emendamento di Elio Lannutti (Idv) che proponeva di cancellare l'esenzione è stato bocciato. Il governo, spiega il parlamentare, ha dato parere contrario «sostenendo che le banche e le loro Fondazioni sono associazioni benefiche. Il governo dei banchieri - commenta - dimostra di essere prono agli interessi delle banche».


Evasione: piaga nazionale o legittima difesa?

Bruno Tinti VS Leonardo Facco (movimento libertario) 30.03.12


Salvare l'India dai Keynesiani

02/04/2012 Tratto da movimentolivertario.com

Oggi ce ne andiamo in India. E' uno scherzo? No, dato che i Keynesiani sono partiti all'arrembaggio. Questa la passerella d'abbordaggioLa risposta della banca centrale Indiana: taglio dei tassi d'interesseLeggendo l'articolo del New York Timesscopriamo come le banche gestite dallo stato (ohibò!) siano finite in un "campo minato" a causa dei cattivi prestiti che hanno concesso. Cosa ci si doveva aspettare da chi credeva di poter direzionare a proprio piacimento l'economia attraverso il giudizio buroratico? L'idea che una persona dietro una scrivania possa conoscere "meglio" le dinamiche di mercato è semplicemente ridicola, ma questo è quello che "passa il convento" in India. Ed ora la soluzione implementata è "più della stessa cosa". I paesi BRIC sono un fuoco di paglia, bruceranno, faranno un grande falò ed infine si spegneranno. E' questo il destino inevitabile dei sistemi gestiti centralmente. Il problema è: a che prezzo? La strada imboccata dall'India, come quella imboccata dalla Cina, per risolvere i guai economici condurrà solamente ad un crash più doloroso. L'unico antidoto a questa follia è spiegare come la libertà sia lo scudo contro gl iabusi pubblici e mercantilisti; ma, soprattutto, che l'azione umana è di gran lunga una strada più prefereibile di qualcosa imposto centralmente da burocrati e banchieri centrali. Non è mai troppo tardi per seguire la via tracciata da madame libertà.

Contrordine, non fa più così caldo

03/04/2012 Di Riccardo Cascioli per La bussola quotidiana

«È vero che il clima sta diventando più estremo? [...]
 Nessuno degli strumenti [qui menzionati] è stato ancora sufficientemente sviluppato per consentirci di rispondere confidentemente alla domanda qui posta».

E' la stupefacente risposta che si legge nel voluminoso rapporto sui disastri naturali pubblicato in questi giorni dall'IPCC, cioè il comitato intergovernativo sui cambiamenti climatici che fa capo all'Onu. Perché stupefacente? Perché sono ormai anni e anni che ci sentiamo ripetere con assoluta certezza che il riscaldamento globale sta provocando eventi atmosferici sempre più estremi, e a fornire le basi per generare continui allarmi sono proprio i rapporti dell'IPCC. I più ricorrenti sono quelli riguardanti gli uragani, che crescerebbero di intensità, ma anche qui in Italia, a ogni nubifragio o nevicata, c'è una gara fra sedicenti climatologi a descrivere questi fenomeni come eventi estremi causati dal riscaldamento globale. Ora invece è proprio l'IPCC ad affermare che non ci sono elementi per tale affermazione.

Uno Zorro di sangue blu contro i tecnici

02/04/2012 Di Marcello Veneziani per Il Giornale

Alla fine arrivò Zorro, il vendicatore degli italiani, che cavalca indomito verso i novant'anni. Ma se la cura dev'essere omeopatica, è giusto che l'antagonista dei tecnici e degli inciuci abbia la stessa venerabile età di Napolitano e anche una certa somiglianza.

Il premier Mario Monti Ingrandisci immagine

Lo Zorro in questione ha convocato oggi a casa sua, anzi al Palazzo della Casata, camionisti, tassisti, forconi, generali, nobili e plebei per fondare «Alternativa ai partiti». Parlo di don Lillìo Sforza Ruspoli, di professione principe e di vocazione contadino, con l'aggravante della nobiltà nera, papalina.


LA CAMERA DEI SISTEMATI -

02/04/2012 Di Paolo Bracalini per Il Giornale tratto da dagospia.com

LA CAMERA DEI SISTEMATI - L'ONOREVOLE BARBATO, SPIONE IN INCOGNITO, SVELA, GRAZIE A UNA TELECAMERA NASCOSTA, COSA SI CELA AI PIANI ALTI DI MONTECITORIO - E SORPRESA! ECCO APPARIRE I MAESTOSI UFFICI DEGLI EX PRESIDENTI DELLA CAMERA, CHE HANNO LOCALI DA 200 MQ ARREDATI CON STATUE E 3-4 SEGRETARIE CIASCUNO - IL VERO GAUDENTE È CASINI, DETTO "L'ONOREVOLE ALTANA", IL SOVRANO DEL QUARTO PIANO - COME LUI ANCHE VIOLANTE, BERTINOTTI E LA PIVETTI - E NOI PAGHIAMO...


Non si dice «quarto piano», si dice «altana» il piano nobile di Montecitorio riservato al mega ufficio del «presidente Casini» (cioè ex presidente, ma fa lo stesso in questo caso). Saremo sui duecento metri quadri, mobili d'epoca, statue classiche, travi a vista, corridoio di quindici metri che apre su sei o sette uffici e termina nella stanza di rappresentanza dell'ex terza carica dello Stato, ambiente intimo-quasi domestico, foto di famiglia sui tavolini di legno pregiato (Casini dice che rinuncerà alla sua «altana», che però usa da sei anni...).


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext