VIENI AVANTI, TONINO!

13/6/2012 Di Filippo Facci per Libero

- FACCI FA A PEZZI IL LIBRO "POLITICI" DI DI PIETRO - FATTI, CIRCOSTANZE, DATE E RICOSTRUZIONI SBAGLIATE: "VIENE VOGLIA DI BUTTARE IL LIBRO GIU' DAL PIRELLONE" - I GIUDIZI SU MONTI E BERSANI? "SEMBRANO SCRITTI DA FORLANI" - SUL SUICIDIO DI GARDINI? "BALLE SONORE" - PERFINO SU MANI PULITE DI PIETRO AVREBBE SCRITTO "UNA FAVOLETTA OFFENSIVA ANCHE PER IL RESTO DEL POOL...".

DALL'ARCHIVIO Pillole di apologetica

ANNO 2002 Di Vittorio Messori

V

iene a trovarmi, per un'intervista televisiva, un giornalista francese, di grande esperienza e molto noto nel suo Paese. Mi dice: «Da noi, se alla tv - a cominciare da quella di Stato - dici qualcosa di negativo sui musulmani, ti licenziano. Se lo dici sugli ebrei, ti denunciano. Se esprimi perplessità sul buddismo, si indigna no. Se critichi qualche confessione protestante, ti zittiscono. Se diffami i cattolici, ti promuovono». Gli chiedo, sorridendo un po' amaro, se è sicuro che questo succeda soltanto in Francia... Ma, in fondo, gli dico, può esserci qualcosa di positivo in questa sorta di impunità - nel regno ipocrita del politicamente corretto - solo per chi diffami il cattolicesimo. Non è Gesù stesso che avverte che, assieme all'amore, l'odio accompagnerà sempre i Suoi seguaci? Ma poi - in questo concentrarsi sulla Chiesa di Roma come bersaglio privilegiato - non c'è un istintivo riconoscimento della sua diversità, della sua unicità, magari anche della sua forza? Chi si darebbe la pena di diffamarla se fosse avvertita come irrilevante?

IL GRANDE TIMONIERE

12/6/2012 di eugenio Benetazzo per eugeniobenetazzo.com

Per chi non lo avesse capito ancora, la crisi del debito sovrano non ha più connotazioni economiche quanto piuttosto politiche. In poco tempo è cambiato l'equilibrio geopolitico che reggeva quel poco che rimaneva dell'Unione Europea. Dopo la vittoria all'Eliseo di Hollande e il risultato elettorale alle amministrative sia in Germania che in Italia adesso si apre uno scenario di profonda perplessità (forse peggiore di quella che vi era prima). Almeno sul piano politico in precedenza l'asse Sarkozy-Merkel faceva da pilastro portante per tutta Europa, anche se non accontentava proprio tutte le nazioni comunitarie e creava in continuazione forti dissidi interni, tuttavia al di fuori dei confini europei si era rincuorati dal fatto che i due primi ministri tenevano le briglie dello sgangherato calesse europeo. Adesso alle porte delle nuove elezioni politiche in Grecia siamo parcheggiati tutti in una soglia di limbo spettrale: se gli ateniesi faranno gli spartani, allora prepariamoci alle peggiori conseguenze possibili su ogni fronte.

BIOGRAFIE - GIOVANNI GUARESCHI - PARTE 6

Da giovanniniguareschi.com

La storia di Giovannino senza paura - Dal  carcere al congedo

1955, 4 luglio: esce dal carcere e riprende a dirigere il Candido collaborando con scritti e disegni.

1956, 26 gennaio: termina la libertà vigilata. Inizia una campagna di stampa disinformativa.


11 giugno 2012 PREGHIERA

11/6/2012 Di Camillo Langone per il Foglio

Un partito di sottoquarantacinquenni? Potrebbe essere un modo per liberarsi dei politici di mezz'età, uomini ingrommati di quell'ideologia europeista che ci ha consegnato mani e piedi a Berlino e Bruxelles. Purtroppo però la giovinezza non significa quasi mai realismo bensì idealismo, che va bene quando le idee sono buone e va malissimo quando sono pessime. Limitandosi al Pdl: Maria Vittoria Brambilla (anni 44) rappresenta l'ideologia animalista che distrugge lo status dell'uomo; Mara Carfagna (36) l'ideologia pariopportunistica che distrugge il rapporto fra i sessi; Raffale Fitto (42) la demagogia vendolistica che distrugge la Puglia (sebbene involontariamente: senza la sua assoluta mancanza di carisma e di empatia mai e poi mai Vendola sarebbe diventato governatore); eccetera.

Per le societÓ dei Comuni un debito da 34 miliardi

11/6/2012 Dal Sole 24 ore

I guardiani occhiuti di Bruxelles non lo conoscono, perché sfugge ai bilanci consolidati della Pubblica amministrazione che l'Italia porta sui tavoli europei; ma è un debito pubblico a tutti gli effetti e, per di più, è in rapida crescita.

È il debito accumulato dalla miriade di società che lavorano con gli enti locali, in genere grazie a contratti in house con Comuni e Province che sono i loro unici azionisti. A metterlo nero su bianco, con un'analisi finora inedita resa possibile dall'anagrafe telematica dei controlli (Siquel), è la Corte dei conti, nel capitolo dedicato alle partecipate "nascosto" nelle 323 pagine del Rapporto sul coordinamento della finanza pubblica 2012 presentato martedì scorso. Il cuore del problema, su cui puntano direttamente le tabelle elaborate dai magistrati contabili, sono le società titolari di affidamenti diretti, che finora sono sfuggite agli obblighi di apertura al mercato continuamente imposti dalle norme sulle "liberalizzazioni" e altrettanto prorogati o derogati da regolette ad hoc infilate nelle manovre o nei decreti di fine anno.


I VOLTAMUTANDE

11/6/2012 Di Massimo Fini per FQ

 - LA RABBIA DI MASSIMO FINI SU CHI RINNEGA IL BANANA DOPO AVERLO CIUCCIATO - "BERLUSCONI È QUELLO CHE È. MA I PERA, GLI SCHIFANI, I CICCHITTO, I BONAIUTI E GLI INFINITI ALTRI SONO DEI SAPROFITI, DEI PARASSITI, DELLE ZECCHE CHE GLI HANNO SUCCHIATO IL SANGUE. E SE BERLUSCONI PUÒ FARE, O AVER FATTO PAURA, QUESTI FANNO SOLO SCHIFO"...

Picco petrolifero? In USA trovato petrolio per 200 anni

Infowars 11 Giugno 2012 (Trad.Effedieffe)

Tanto petrolio che nemmeno l'elite globalizzatrice riesce a tenerlo nascosto


Dichiarazione della Corte dei Conti USA: il petrolio estraibile in Colorado Utah e Wyoming «equivale a circa tutte le riserve mondiali di petrolio»...

Dal CNS dell'11 maggio 2012:

La Formazione del Fiume Verde - un insieme di 1.000 piedi di rocce sedimentarie che giace al di sotto di parte di Colorado, Utah e Wyoming - contiene il più grosso giacimento al mondo di petrolio roccioso. Il Dipartimento di Geologia degli USA calcola che la Formazione del Fiume Verde contenga circa 3 trilioni [3.000 miliardi] di barili di petrolio. Elemento centrale di questa valutazione è il fatto che almeno la metà di questi 3.000 miliardi di barili di petrolio sono estraibili. È un quantitativo praticamente equivalente al totale delle riserve petrolifere mondiali note.

BIOGRAFIE - GIOVANNI GUARESCHI - PARTE 5

Da giovanninoguareschi.com

La storia di Giovannino senza paura - Dalla saga cinematografica al carcere

1951: a Milano e Brescello, la saga cinematografica


 Scrive il soggetto, la sceneggiatura e i dialoghi per il film «Don Camillo» 

«Gino Cervi corrisponde esattamente al mio Peppone.»


Oscar Giannino su Radio 24: 'Stato LADRO! ' (05-05-2012)

10/6/2012 Da Youtube


Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I pi¨ letti


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext