Svarioni nelle misure del governo dei tecnici

16/4/2012 Antonio Signorini per il Giornale

A storcere la bocca di fronte al testo del Disegno di legge sul lavoro sono anche gli esponenti del Pd più esperti della materia, con buona pace delle battutacce di Tiziano Treu su Sacconi e Brunetta «revanscisti» e nostalgici delle rispettive riforme.


Elsa Fornero, anche la nuova Imu e la vicenda degli esodati hanno provocato diverse critiche al governo tecnico che sorprendono perché sono tanto più radicali e per quanto più tecnica è la fonte dalla quale provengono. Alcune sono firmate da istituzioni come la Corte dei conti, altre un po' più di parte, come i centri studi di Confindustria e delle Pmi; altre ancora provenienti dai consulenti del lavoro.


GROSSO GUAIO A CHONGQING

15/4/2012 Dagospia.com

GROSSO GUAIO A CHONGQING - SI INFITTISCE IL MISTERO DELLA MORTE PER AVVELENAMENTO DEL FACCENDIERE INGLESE NEIL HEYWOOD, AMANTE DELLA MOGLIE DI BO XILAI, IL LEADER MAOISTA IN ODORE DI GOLPE EPURATO DA PECHINO - MEJO DI UN FILM! IL FIGLIO DI BO PRELEVATO NELLA NOTTE DAL COLLEGE DI HARVARD DA UN UOMO MISTERIOSO: PER PROTEGGERLO O NON FARLO CANTARE? - PARE CHE IL RAMPOLLO SAPESSE DELLE DIVERGENZE D'AFFARI (E NON SOLO) TRA SUA MADRE GU (INDAGATA PER L'OMICIDIO) ED HEYWOOD...

I Lombardi, il popolo più 'coglione' che c'è

15/4/2012 di GIANLUCA MARCHI www.lindipendenza.com

Oggi voglio parlare dei Lombardi, o meglio dei popoli lombardi in genere che, per semplificazione, chiamerò il popolo lombardo. E userò un linguaggio molto diretto e magari qualcuno si offenderà anche. Ma purtroppo i dati ci dicono che le cose stanno così. IL POPOLO LOMBARDO E' IL PIU' COGLIONE DELLA TERRA: non c'è alcun ombra di dubbio. Lasciatemelo dire con affetto, visto che ci sono dentro pure io, ma è così. Infatti spiegatemi quale altro popolo è disposto a comprare quello che Giancarlo Pagliarini chiamerebbe il "prodotto Stato" la bellezza di 43 miliardi di euro all'anno di più rispetto a quello che effettivamente vale. Per "prodotto Stato" si intendono tutti i servizi pubblici forniti dagli enti territoriali e dallo centrale.

ECONOMIA DI STRADA (6): DEBITO PUBBLICO

16/4/2012 Di Roberto Gorini per movimentolibertario.com

Debito pubblico, cos'è e come viene generato. Da chi viene pagato e a chi. Che tipo di problemi genera.


DALL'ARCHIVIO - RITRATTI AL VETRIOLO DI GIANCARLO PERNA

Anna Finocchiaro: l'Anti-Veltroni – i ritratti al vetriolo di Perna per Il Giornale

"Non è banalmente un «tipo» la catanese Anna Finocchiaro: è proprio bella. Senza tracce di nevrosi contemporanea, la senatrice ds ha una tranquilla muliebrità all'antica. Alta e morbida, tornita e levigata. È già uno spettacolo come appare in tv, col filo di perle al collo, i capelli neri, gli occhi chiari e la bocca vermiglia. Ma l'ideale sarebbe vederla illuminata da uno scintillio di lapilli dell'Etna, avvolta in un peplo che si gonfia lievemente sul seno, scende sinuoso sui fianchi e si affusola ai piedi della dea.
La senatrice è stata paragonata a Ségolène Royal. Il confronto non regge. Ségolène è acida e statuaria. Annuzza ha un sorriso solare e una grazia che emana tutti i profumi del mediterraneo. Dalle zagare ai limoni, dalle lumie al melograno. A renderla più affascinante, a badare bene, anche qualche aculeo del fico d'India. E questo ci riporta con le piante per terra. Si starebbe infatti ore a esaltare la bellezza della senatrice, ma il rilevante profilo politico che sta acquistando ci richiama all'ordine.

Un liberale ai tempi di Monti

15/4/2012 Di Antonio Martino per www.antoniomartino.org

Un liberale al tempo di Monti Il momento presente suggerisce l'opportunità di fare alcune riflessioni di natura generale. So benissimo, come liberale, che liberalismo e democrazia non coincidono, che fondamentali diritti e libertà individuali possono essere violati e calpestati anche da una democrazia, e, di fatto, lo sono: una sola generazione addietro si sarebbe rimasti sbalorditi dalla quantità e qualità di grossolane violazioni delle libertà personali introdotte nel nostro Paese da un sistema di democrazia parlamentare.
Tuttavia, mi guardo bene dal concludere che liberalismo e democrazia siano incompatibili, non lo sono affatto. Credo invece che un paese liberale sia anche necessariamente democratico ma che l'inverso non sia vero: i provvedimenti liberticidi adottati dalle democrazie di quasi tutto il mondo sono orripilanti.

AIR FORMINCHIONI

15/4/2012 Da dagospia.com

AIR FORMINCHIONI - "I FRATELLI FORMIGONI FACEVANO LE VACANZE A SPESE DI DACCÒ" - GRENCI, IL FIDUCIARIO SVIZZERO INDAGATO PER ASSOCIAZIONE A DELINQUERE E 56 MLN € DI FONDI NERI, CONSEGNA AI PM GLI ESTRATTI CONTO, CON MIGLIAIA DI SPESE PER VOLI E CASE AI CARAIBI "OFFERTE" AI VERTICI DELLA REGIONE - DACCÒ NON AVEVA NESSUNA COMPETENZA NELLA SANITÀ, MA "GRAZIE ALLE SUE AMICIZIE FACEVA OTTENERE RIMBORSI ALLE CLINICHE CHE FATICAVANO A RICEVERLI DALLA REGIONE"...

Il pianto del Senatùr, il riso di Maroni

15/4/2012 Di Marcello Veneziani per Il Giornale

Di questa settimana di passione della Lega conserverò negli occhi solo il ricordo della faccia di Bossi sul palco di Bergamo. La faccia di un cane bastonato, diranno i più superficiali, ricordando che alla fine Bossi ha davvero rassomigliato alle vignette su di lui.

L'ex ministro Roberto Maroni Ingrandisci immagine

Ma c'era qualcosa di tragico nel suo sguardo ed era la faccia di un uomo che aveva perduto qualcosa di essenziale: il carisma, diranno i suoi devoti, l'arroganza padronale e celodurista, diranno i suoi nemici, il piglio sicuro del capo, diranno gli osservatori. C'era qualcosa di autentico e di spaventato, una certificazione pubblica di sconfitta, malattia e prigionia, politica e domestica.


Il nostro futuro è in pericolo?

15/4/2012 Di Antonio Socci da Libero

Gli uomini non sopportano troppa realtà, diceva Thomas S. Eliot. In effetti siamo già così angosciati per lo spread, in ansia per la recessione, la disoccupazione, l'aumento delle tasse, il crollo del consumi, il debito pubblico, la crisi dell'euro, il fantasma del default dell'Italia, che non ci siamo accorti - e non ci vogliamo accorgere - di un pericolo ancora più mostruoso che incombe sulle nostre teste: un conflitto nucleare in Medio Oriente fra Iran e Israele. Con tutto quel che ne seguirebbe.

Proprio in questo fine settimana riprendono a Istanbul le trattative fra Iran e i cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (con l'aggiunta della Germania) sul "potenziale nucleare" del regime degli ayatollah.

La crisi siriana - paradossalmente - ha rafforzato la posizione iraniana, quindi ha accresciuto i pericoli.


Sono i partiti il cancro del sistema

15/4/2012 Di Massimo Fini per Il Fatto

I partiti non sono l'essenza della liberaldemocrazia, come sempre si dice, sono il cancro nascosto di questo sistema che oggi esplode in tutte le sue devastanti metastasi. Il pensiero liberale voleva valorizzare capacità, meriti, potenzialità del singolo individuo e per questo gli è antitetica qualsiasi forma di lobby perchè come scrive Gaetano Mosca ne 'La classe politica': "Cento che agiscono sempre di concerto e di intesa gli uni con gli altri trionferanno sempre su mille presi uno a uno". E infatti nei testi dei padri fondatori della liberaldemocrazia, da Mill a Locke, non si fa alcun accenno ai partiti che fino al 1920 non erano nemmeno nominati in nessuna costituzione democratica.

Cerca nel sito

ContanteLibero.it

I più letti


Appello

Per cambiare la politica

Eventi del Circolo

Il calendario

Sezione Video

Eventi del circolo

Premio La Torre

1996/2011

Selezione Libri

Recensioni

Links

Collegamenti utili


Partners

Realizzato da Telnext